I grandi della moda ricordano Karl Lagerfeld

Karl Lagerfeld era tanto diretto ed esplicito nelle sue battute, famosissimo per le sue citazioni, ma anche schivo e riservato sulla sua vita privata, a partire dalla sua data di nascita su cui c'è stato sempre mistero.

Noto a tutti l'amore per la sua gatta Choupette, spesso fonte di ispirazione. Adottata nel 2011, la gatta era una compagna inseparabile, una musa, tant'è che lui amava dire "è al centro del mio mondo, è una specie di Greta Garbo, ha qualcosa di indimenticabile in come si muove, è ispirata dalla sua eleganza e attitudine".

Lo stilista, morto ieri, a 85 anni (quelli dichiarati) lascia un vuoto sicuramente incolmabile nel mondo della moda che, a poche ore dalla scomparsa, lo ricorda così.

"Il nostro legame era molto speciale, basato su un affetto profondo e autentico", ha sottolineato Silvia Venturini

"Karl Lagerfeld "era un come un secondo padre per me", ha detto al quotidiano francese, Le Figaro, Ralph Toledano, presidente della Fédération de la Haute couture et de la mode.

"Il nostro legame era molto speciale, basato su un affetto profondo e autentico", ha sottolineato, Silvia Venturini, che con Karl Lagerfeld condivideva la direzione creativa di Fendi dal 1965.

"La morte di questo amico molto caro rattrista infinitamente me, mia moglie e i miei figli", ha affermato Bernard Arnault, alla guida del gruppo Lvmh.

"La moda e la cultura perdono un grande ispiratore", ha aggiunto Arnault salutando un genio creativo il cui gusto e talento erano "i più eccezionali che io abbia conosciuto".

"Con la scomparsa di Karl Lagerfeld, è sicuramente un periodo benedetto della moda che si spegne"., ha aggiunto lo storico della moda Olivier Saillard.

"È con grande emozione che maison Chanel si rammarica di annunciare la morte di Karl Lagerfeld, direttore artistico della maison Chanel dal 1983", spiega, invece, sul sito della griffe, l'etichetta parigina.

Uomo fuori dal comune, intelligente, erudito e illuminato, libero nella sua creazione come nella sua espressione, Karl Lagerfeld ha esplorato molti orizzonti artistici, tra cui la fotografia e i cortometraggi, ha aggiunto la maison Chanel non mancando di menzionare la grande ironia dello stilista.

"Il genio artistico di Karl Lagerfeld, la sua generosità e l'eccezionale intuizione hanno contribuito notevolmente all'influenza che la maison Chanel ha avuto nel mondo", ha sottolineato Alain Wertheimer, ceo di Chanel.

Foto: Chanel website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO