• Home
  • News
  • Moda
  • Tommy Hilfiger punta al design totalmente in 3D per l’abbigliamento
Tommy Hilfiger punta al design totalmente in 3D per l’abbigliamento

Moda

Tommy Hilfiger punta al design totalmente in 3D per l’abbigliamento

Scritto da Robyn Turk

22 nov 2019

Tommy Hilfiger sta implementando nuove strategie per digitalizzare la sua intera catena manifatturiera. Il marchio ha deciso di inglobare le nuove tecnologie di apprendimento e i team di design nella sua sede di Amsterdam per raggiungere l'obiettivo di disegnare in 3D l’intera collezione di abbigliamento per la primavera estate 2022.

Il marchio ha iniziato a lavorare alla progettazione 3D nel 2017. Attraverso un incubatore chiamato Stitch Tommy Hilfiger digitalizzerà le pratiche di progettazione con tecnologie che includono tessuto digitale, una libreria di motivi e colori, strumenti di presentazione 3D digitale e tecnologia di rendering.

“Il potenziale della progettazione in 3D è illimitato, e ci consente di andare incontro ai bisogni dei consumatori più rapidamente e in modo più sostenibile ", ha spiegato Daniel Grieder, ceo di Tommy Hilfiger Global e Pvh Europe, in una nota. “La tecnologia è uno strumento fondamentale nel design della nostra collezione e ha il potenziale necessario per accelerare significativamente la presentazione di nuovi prodotti e di rimpiazzare completamente la fotografia del prodotto tradizionale".

Il marchio lancerà una capsule collection nell'autunno 2020, che sarà completamente progettata, sviluppata e venduta digitalmente.

"Per la stagione autunno 2020 le nostre camicie da uomo saranno progettate al totalmente in 3D e non richiederanno produzione di campioni; la differenza tra queste e i design progettati in maniera tradizionale sarà quasi indistinguibile. Questo è il futuro", ha concluso Grieder.

*Questo articolo è stato originariamente pubblicato su FashionUnited.uk e poi tradotto per FashionUnited.it *