Uno sguardo più da vicino al nuovo piano strategico globale per l'acqua di Levi's

L'ambiente è una preoccupazione sempre più urgente nell’industria della moda e marchi come Levi Strauss lavorano continuamente per ridurre la quantità di rifiuti creati durante il processo di produzione. Il colosso del denim ha recentemente annunciato la sua nuova strategia per l'acqua, che prevederà un approccio localizzato alla conservazione dell'acqua, a seconda delle esigenze dell'area circostante a ogni fabbrica.

FashionUnited ha parlato con Michael Kobori, vicepresidente della sostenibilità presso Levi Strauss & Co., per saperne di più sulla nuova strategia del marchio.

Qual è stato il processo di sviluppo della nuova strategia per l'acqua e in che modo influirà sui rifiuti complessivi dell'azienda?

Nel 2007, abbiamo condotto la prima valutazione del ciclo di vita dell'industria dell'abbigliamento, la quale ha fatto luce sull'impatto del settore sui bacini idrografici di tutto il mondo. Questo ci ha ispirato a partecipare alla Better Cotton Initiative nel 2010, a lanciare Water

Riconosciamo che le problematiche legate all'acqua rappresentano alcune delle maggiori minacce per l'economia globale e le persone in tutto il mondo. Riconosciamo anche che la domanda e scarsità d'acqua sono variabili e che operavamo secondo un approccio "a misura unica" che non prendeva in considerazione la realtà dello stress idrico.

Ora che abbiamo applicato le nostre tecniche Water Less a due terzi dei nostri prodotti, e raggiungeremo l’80 per cento entro il 2020, abbiamo ridimensionato la Better Cotton Initiative a due terzi della nostra offerta di cotone per poter arrivare al 100 per cento di cotone più sostenibile ed efficiente per il profilo delle risorse entro il 2020. Vediamo opportunità di fare altri passo avanti, di usare la scienza e gli strumenti a nostra disposizione per concentrare i nostri dove sono più richiesti e ispirare l'azione collettiva che è essenziale per fornire il cambiamento necessario.

L’azienda sta adottando un approccio localizzato alla conservazione dell'acqua. Cosa c’è dietro questa decisione?

Negli ultimi dieci anni, le migliori aziende hanno preso l’abitudine di dichiarare la quantità di acqua che usano. Poiché però lo stress idrico si intensifica in varie regioni, è sempre più chiaro che il risparmio di un litro di acqua in un momento in cui l'acqua è abbondante non è così critico come un litro risparmiato in momenti in cui l'acqua è scarsa. Pertanto, abbiamo ritenuto opportuno dover affrontare il nostro uso dell'acqua in questo contesto di stress idrico locale.

Sebbene non esistano indicazioni scientifiche prevalenti sulla definizione degli obiettivi idrici in un contesto di spartiacque locale, abbiamo utilizzato strumenti e set di dati altamente rispettati e disponibili al pubblico, come l'Atlante sul rischio idrico dell'acquedotto del World Resources Institute, che ci aiutano a capire dove questo stress è massimo.

Sebbene non abbiamo stabilito ancora obiettivi globali per i fornitori in aree a basso e medio stress idrico, intendiamo continuare i nostri progressi tramite strutture apposite a tali contesti. Riconosciamo anche che lo stress idrico locale si evolverà, quindi prevediamo di aggiornare la classificazione almeno una volta ogni tre anni.

Quali sono i metodi che Levi's sta adottando nel suo processo di produzione per rispettare gli impegni proposti entro il 2025?

Continueremo a implementare ed espandere i programmi progettati per ridurre l'uso di acqua nella produzione. Questi includonosia il nostro programma di riciclo e riutilizzo dell'acqua (Recycle and Reuse): nell'ultimo anno abbiamo triplicato il numero di strutture di ricerca e sviluppo approvate e identificato cinque fabbriche di tessuti nelle aree di forte stress idrico; sia le nostre partnership con l'International Finance Corporation partnership for cleaner textiles (Ifc Pact) e il programma Clean by Design dell'Istituto Apparel Impact.

Fanno parte del programma anche le nostre attuali tecnologie Water Less, che possono ridurre significativamente la quantità di acqua che utilizziamo per lavare o rifinire i jeans, risparmiando non solo acqua, ma anche energia. Durante lo sviluppo di questa strategia, abbiamo consultato vari fornitori, ognuno dei quali ha sostenuto l'idea di stabilire obiettivi idrici contestuali che rispondano allo stress idrico locale. In futuro, i nostri esperti tecnici nel settore continueranno a lavorare con i fornitori per promuovere l'efficienza.

Inoltre, i fornitori sono già coinvolti, e profondamente investiti, nello sforzo di ridurre il consumo di acqua. Nelle regioni stressate dalla scarsità di acqua, i fornitori hanno iniziato a installare macchinari efficienti dal punto di vista idrico e a riciclare acqua, perché entrambi questi accorgimenti rappresentano investimenti forti e necessari per le loro attività.

Levi's cambierà le sue case di produzione, in termini di macchinari, manodopera, durante questo processo? Perchè?

Mireremo alla quantità totale di acqua utilizzata dai nostri fornitori per realizzare tessuti e indumenti. Ciò includerà l'acqua utilizzata per fabbricare prodotti di altre marche. Non possiamo limitarci solo all'acqua utilizzata per i nostri prodotti se vogliamo garantire il miglioramento delle condizioni ambientali intorno alle nostre strutture.

In definitiva, ciò che conta è l'impatto che la catena manifatturiera dell'abbigliamento ha sui bacini idrografici e le comunità che la supportano, non solo la quantità di acqua utilizzata per produrre i nostri prodotti. Vogliamo aiutare i nostri fornitori a diventare più efficienti e resistenti e a lasciare acqua più pulita per le comunità locali e l'ambiente.

Può spiegarci di più sul programma Water Less?

Per quanto ne sappiamo, siamo la prima azienda nel settore dell'abbigliamento a creare obiettivi contestuali per l’acqua per tutti i fornitori di livello uno e due, e tra i primi in qualsiasi settore a farlo. I nostri obiettivi originali di Water Less hanno invocato un approccio unico per poter crescere questo progetto a un ritmo ambizioso. I nostri nuovi obiettivi applicano un approccio contestuale per rispondere alle esigenze locali di spartiacque. Questo approccio orientato ai dati e orientato ai risultati consentirà un salto nella sostenibilità e nella resilienza della nostra catena di approvvigionamento e vogliamo estendere tale resilienza ai bacini idrografici e alle comunità a essi circostanti.

LS&Co. aiuterà tutti i suoi principali fornitori a ottenere la designazione Water Less entro il 2025 utilizzando strumenti e programmi come le già esistenti tecniche di Water

In che modo la nuova strategia per l'acqua si allinea all’approccio generale di Levi alla sostenibilità?

"Sappiamo tutti che l'acqua è forse la risorsa più critica del pianeta e che molti luoghi, compresi i paesi da cui proviene l'industria dell'abbigliamento, sono alle prese con le crisi idriche", ha affermato Liz O'Neill, vicepresidente esecutivo e presidente di LS & Co. prodotto globale, innovazione e catena di fornitura. "Questo annuncio è un esempio di ciò che la sostenibilità significa per noi ora: programmi innovativi, reattivi e scalabili che guidano l'impatto e ispirano l'azione collettiva per affrontare le questioni sociali e ambientali più urgenti per la nostra azienda, industria e pianeta."

Inoltre, nell'ambito della Water Action strategy, LS & Co. continuerà a ridurre la quantità di acqua necessaria per la coltivazione del cotone collaborando con organizzazioni come Better Cotton Initiative per implementare metodi agricoli migliori, mentre allo stesso tempo continuerà a esplorare l'uso di materie prime alternative come la canapa e le fibre rigenerate, le quali riducono la quantità di acqua utilizzata nella fase di coltivazione. LS&Co. continuerà anche il suo lavoro leader nel settore delle sostanze chimiche, che include non solo l'impegno di scarico zero di sostanze chimiche pericolose per il 2020, ma anche la revisione dei suoi protocolli per impedire l’immissione di sostanze chimiche pericolose nella catena di fornitura dell'abbigliamento. L'inquinamento idrico contribuisce allo stress idrico, quindi garantire che l'acqua sia pulita e sicura è importante quanto affrontare il consumo di acqua nelle fasi precedenti. Insieme all'aumento delle temperature medie globali, i cambiamenti climatici si stanno manifestando in modelli di precipitazioni alterati, siccità, inondazioni e tempeste che stanno aumentando in frequenza, gravità e durata e incidendo su aziende e comunità in tutto il mondo. Mentre la nostra strategia di azione per l'acqua adotta misure essenziali per rendere la nostra attività e le comunità più resistenti agli impatti dei cambiamenti climatici legati all'acqua, intraprendere azioni rapide per mitigare il cambiamento climatico è fondamentale per il nostro approccio alla sostenibilità.

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato su FashionUnited.com

Immagini: per gentile concessione di Levi Strauss & Co.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO