Borsalino: aumento di capitale da 7,5 milioni in vista

L'11 settembre potrebbe essere la data della svolta per Borsalino. Quel giorno, infatti, negli uffici dello stabilimento di Spinetta Marengo, Borsalino ha convocato l'assemblea straordinaria e ordinaria degli azionisti per discutere della proposta di conferire la delega al consiglio di amministrazione della società, composto da Raffaele Grimaldi, Saverio Canepa e Marco Moccia, per procedere a un aumento del capitale fino a un massimo di 7,5 milioni di euro attraverso l'emissione di azioni ordinarie. L’aumento di capitale potrebbe servire a fare entrare nell’azionariato della Borsalino in forze l’imprenditore italo-svizzero Philippe Camperio che, attraverso il fondo Haeres Equita, ha già affittato un ramo dell’azienda.

Philippe Camperio confermando l’interesse nel salvataggio di Borsalino ha assicurato che il suo piano “non prevede alcuno spostamento dello stabilimento produttivo da Alessandria, né tantomeno dei suoi dipendenti: Borsalino è e rimarrà un azienda italiana del lusso”.

La parte ordinaria dell'assemblea di settembre riguarda l'approvazione dei bilanci 2014, 2015 e 2016 e la proposta di una azione di responsabilità nei confronti dei precedenti amministratori che hanno portato al tracollo l'azienda.

Foto: Borsalino website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO