• Home
  • News
  • Business
  • Borsalino è salva; il 7 giugno adunanza dei creditori

Borsalino è salva; il 7 giugno adunanza dei creditori

Scritto da Isabella Naef

18 mar 2016

Business

Borsalino, l'azienda di cappelli made in Italy, conosciuta in tutto il mondo, è salva. Questa settimana, infatti, il tribunale di Alessandria ha dato il via libera al salvataggio del marchio firmando l’ammissione al concordato in continuità della società capofila Borsalino Giuseppe & Fratello.

L'adunanza dei creditori è fissata il 7 giugno 2016

Nel dettaglio, Gianni Origoni Grippo Cappelli ha assistito Borsalino Giuseppe & Fratello nella definizione e presentazione della procedura di concordato preventivo di fronte al Tribunale di Alessandria, ottenendo un provvedimento di ammissione e di apertura del relativo procedimento, con fissazione dell'adunanza dei creditori in data 7 giugno 2016.

La manovra, definita con l'appoggio delle parti sociali, consentirà la conservazione di oltre 100 posti di lavoro.

Lo scorso maggio Borsalino ha presentato istanza di concordato al Tribunale di Alessandria

A Philippe Camperio spetterà il ruolo di "assuntore delle obbligazioni concordatarie" proprietario della neocostituita Haeres equita, società veicolo che già aveva affittato il ramo d’azienda. Lo scorso maggio Borsalino ha presentato istanza di concordato al Tribunale di Alessandria e si preparava a passare di mano con l'arrivo come nuovo socio, appunto, di Philippe Camperio.

L'imprenditore italiano Camperio, insieme a un collettivo di esperti del lusso e di private equity, era entrato nell’operazione di ristrutturazione di Borsalino. Haeres Equita srl aveva sottoscritto un accordo con Borsalino Giuseppe & Fratello spa. Haeres Equita, società registrata in Italia, con quartier generale a Valenza e di proprietà di due imprenditori, Philippe Camperio ed Edouard Burrus, aveva presentato la propria strategia volta a mantenere la produzione nell'attuale impianto di Alessandria e a investire risorse umane ed economiche a supporto della crescita del marchio di cappelli.

Ora, quindi, quando sarà arrivata l’omologa del Tribunale, l’imprenditore potrà diventare il proprietario dell’azienda.

Borsalino
Haeres Equita
philippe camperio