• Home
  • News
  • Business
  • Contraffazione: a Ferragamo 60 milioni di dollari di indennizzo

Contraffazione: a Ferragamo 60 milioni di dollari di indennizzo

Scritto da FashionUnited

20 mar 2018

Business

Un'altra vittoria da parte delle griffe nella lotta alla contraffazione. Il Tribunale di New York ha, infatti, confermato l’inibitoria per 60 proprietari, di identità sconosciuta, di profili online illeciti che usurpavano il marchio Salvatore Ferragamo e commercializzavano prodotti contraffatti del brand.

Il tribunale, inoltre, ha riconosciuto all'azienda un indennizzo di 60 milioni di dollari.

“Siamo molto soddisfatti della decisione del Tribunale di New York che con questa sentenza ha fra l’altro stabilito un indennizzo esemplare, tra i più alti mai riconosciuti per questo tipo di violazioni", ha commentato Ferruccio Ferragamo, presidente del gruppo Salvatore Ferragamo.

"Internet è un canale di primaria importanza per chi traffica in prodotti contraffatti, ed è quindi al centro delle nostre attività di monitoraggio e controllo. Negli ultimi anni, a livello di gruppo, abbiamo implementato molte attività anticontraffazione, sia offline sia online, volte a tutelare i nostri clienti e il valore del nostro marchio”, ha aggiunto Ferragamo.

Nel dettaglio, nel 2017, grazie a queste attività il gruppo è riuscito a far rimuovere più di 35mila contenuti e profili illeciti dalle principali piattaforme social e ha intercettato, bloccato e fatto rimuovere dai siti di aste online quasi 69.000 inserzioni di prodotti contraffatti.

Il grupppo Salvatore Ferragamo ha archiviato il 2017 con ricavi a quota 1.393 milioni di euro (-3,1 percento rispetto ai 1.438 milioni di euro dell’esercizio 2016). I ricavi del canale retail hanno segnato un -0,8 percento e i ricavi del canale wholesale un -7,4 percento.

L'utile netto del periodo è ammontato a 114 milioni di euro (-42,4 percento rispetto ai 198 milioni di euro dell’esercizio 2016).

Foto: Salvatore Ferragamo, credit Salvatore Ferragamo press office