• Home
  • News
  • Business
  • DressYouCan ha dato il via alla prima campagna di crowdfunding

DressYouCan ha dato il via alla prima campagna di crowdfunding

Scritto da FashionUnited

29 ott 2020

Business

DressYouCan ha dato il via alla prima campagna di equity crowdfunding. La realtà milanese protagonista del mondo del fashion renting di abiti e accessori di alta moda femminile, fondata nel 2015 ha realizzato la campagna insieme a BacktoWork, società di equity crowdfunding partecipata da Intesa Sanpaolo.

L'idea nasce dal desiderio dell'azienda di continuare a crescere e raggiungere nuovi mercati, ampliando sempre di più quell’armadio collettivo e infinito rappresentato dal proprio catalogo online.

"Per una startup che fa della sharing economy il suo punto di forza, non poteva che essere il crowdfunding il modo migliore per raggiungere nuovi traguardi. Una campagna che arriva in un momento molto particolare, ma che trova proprio nei mutamenti in atto il suo punto di forza: i mesi di quarantena hanno, infatti, modificato le abitudini di acquisto spingendo verso l’anti-consumismo, rendendo necessari nuovi modelli di business e ampliando la capillarità dell’online", si legge in una nota.

“Grazie alla determinazione, al duro lavoro del nostro staff e alla vasta community di clienti, siamo orgogliosi del percorso e degli obiettivi che abbiamo raggiunto, ma non vogliamo fermarci qui", ha sottolineato, nella nota, Caterina Maestro, ceo di DressYouCan, che in quest'intervista a FashionUnited ha raccontato parte del percorso fatto dalla sua azienda fino a oggi.

"I fondi raccolti attraverso la campagna di crowdfunding saranno quasi equamente distribuiti fra attività di marketing, sviluppo it, impiegati e magazzino. Lo sviluppo di una strategia di marketing digitale è il fulcro dei nostri investimenti e consiste in tutte quelle attività rivolte a migliorare la piattaforma ecommerce e il sito web attuale, a integrare sistemi di indicizzazione intelligente, servizi di chat e help desk per un’assistenza real time", ha aggiunto il ceo.

Foto: DressYouCan, dall'ufficio stampa