(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Fatturato in calo per Tod's nel primo trimestre

Fatturato in calo del 4,4 percento, a quota a 238,5 milioni di euro (-5 percento a cambi costanti), nei primi tre mesi per il marchio Tod's.

“La lettura dei dati di vendita del trimestre evidenzia il miglioramento del trend dei ricavi dei Dos (negozi diretti, ndr), i buoni risultati della pelletteria nelle collezioni estive e gli ottimi risultati di vendita del marchio Roger Vivier. Evidenzia altresì una certa debolezza del canale wholesale, dovuta anche all'atteggiamento prudente da noi assunto in alcuni paesi, nella gestione del rischio di credito. Seguendo il nostro piano strategico, stiamo completando gli investimenti necessari per far fronte agli importanti cambiamenti in corso nel nostro settore; in particolare stiamo rafforzando la squadra manageriale, con l'inserimento di alcune figure importanti, soprattutto nella comunicazione e nel digitale", ha spiegato Diego Della Valle, presidente e amministratore delegato del gruppo.

"Proseguono le iniziative per il rafforzamento del canale ecommerce, che riteniamo sempre più importante per le strategie future del gruppo. Ci stiamo inoltre strutturando per produrre ancora più collezioni nell’arco dell’anno e stiamo sperimentando alcuni “negozi di nuova generazione”, che permetteranno ai nostri clienti di fare esperienze di acquisto totalmente nuove", ha aggiunto Della Valle.

I ricavi del marchio Tod’s ammontano a 123 milioni di euro nel trimestre; il calo del 6,7 percento, rispetto al primo trimestre 2016, "è principalmente legato all’andamento dei ricavi delle calzature, anche per un diverso timing nelle spedizioni", si legge in una nota.

Il marchio Hogan ha registrato ricavi pari a 59,4 milioni; il calo è principalmente dovuto alla debolezza del mercato italiano, soprattutto a livello di canale wholesale. Le vendite del marchio Fay ammontano a 14,6 milioni di euro, sostanzialmente stabili rispetto al primo trimestre 2016.

Il marchio Roger Vivier ha totalizzato 41,3 milioni di ricavi, in crescita di oltre il 15 percento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Per quanto riguarda le categorie merceologiche, i ricavi delle calzature ammontano a 190,2 milioni di euro. "Il calo, rispetto al valore dello stesso periodo del 2016, è prevalentemente dovuto al canale wholesale", spiega la nota del gruppo marchigiano. I ricavi di pelletteria e accessori sono stati complessivamente pari a 32,4 milioni di euro, valore allineato a quello del primo trimestre 2016. Infine, i ricavi di abbigliamento sono ammontati a 15,7 milioni di euro, in leggerissima flessione rispetto al valore del primo trimestre 2016.

Scritto da Isabella Naef Foto: Roger Vivier website