(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)
Kering raddoppia l'utile nel FY 2017

Il colosso del lusso francese Kering ha registrato una crescita del giro d'affari superiore alle attese nel quarto trimestre. A trainare i conti è soprattutto il marchio Gucci.

I ricavi complessivi di Kering sono saliti a quota 4,26 miliardi di euro nel quarto trimestre, in rialzo del 27,4 percento anno su anno su una base comparabile.

Kering ha archiviato il 2017 con vendite superiori a 15 miliardi di euro

Il gruppo ha archiviato il 2017, con vendite superiori a 15 miliardi di euro e un utile netto che è più che raddoppiato a 1,7 miliardi di euro, rispetto agli 813,5 milioni del 2016. In aumento del 56,3 percento anche il risultato operativo ricorrente che arriva a 2,948 miliardi, superando le attese di 2,87 miliardi.

"Kering ha registrato un anno fenomenale. In un anno, abbiamo creato oltre 3 miliardi di euro di fatturato aggiuntivo", ha sottolineato l’amministratore delegato Francois-Henri Pinault.

"A inizio anno abbiamo annunciato di aver completato la nostra trasformazione in un player del lusso", ha aggiunto Pinault.

Pinault ha giudicato "spettacolare" la performance di Gucci, spiegando che il marchio rimane "desiderabile in tutti i mercati". Anche "Saint Laurent è in rapida crescita, mentre Bottega Veneta persegue la sua ridistribuzione e Balenciaga sta disegnando una traiettoria di sviluppo impressionante".

Lo scorso dicembre Kering ha nominato Grégory Boutté chief client and digital officer. Il manager riporta direttamente a Jean-François Palus, managing director di Kering, ed è membro dell'executive committee di Kering.

Nel suo nuovo ruolo il manager è stato chiamato a guidare la digital transformation, lo sviluppo dell'ecommerce, il crm e il data management del colosso del lusso.

Boutté, 45 anni, ha cominciato la sua carriera alla Procter & Gamble di Parigi per poi passare alla startup iBazar nel 2000, poi comprata da eBay nel 2001. Nel 2013 è approdato da Sidecar e nel 2015 ha raggiunto la startup Udemy.

Foto: Gucci website