• Home
  • News
  • Business
  • Kering: ricavi in calo del 4,3 per cento nel trimestre

Kering: ricavi in calo del 4,3 per cento nel trimestre

Scritto da FashionUnited

23 ott 2020

Business

Il fatturato consolidato del gruppo francese Kering nel terzo trimestre è stato pari a 3.717,7 milioni di euro, con un calo del 4,3 per cento (dell'1,2 per cento su base comparabile). Questa performance, ha detto la società in una nota, rappresenta un forte rimbalzo rispetto alla contrazione del 43,5 per cento registrata nel secondo trimestre del 2020 e del 43,7 per cento su base comparabile. I ricavi delle maison del gruppo sono stati pari a 3.600,1 milioni di euro nel trimestre, in calo del 4,7 per cento (dell'1,6 per cento su base comparabile).

"In un contesto difficile, nel terzo trimestre Kering ha ottenuto un sostanziale recupero del fatturato. La creatività di ciascuna delle nostre griffe e l'agilità della nostra organizzazione hanno portato a un forte rimbalzo delle vendite, quasi pari al livello del terzo trimestre del 2019. In un contesto che rimane incerto, e nonostante la visibilità limitata, siamo ben preparati e fiduciosi nella nostra capacità di fornire buone performance nel tempo", ha sottolineato François-Henri Pinault, presidente e amministratore delegato di Kering.

La società ha specificato che i ricavi di Gucci hanno registrato una forte crescita nel terzo trimestre rispetto al trimestre precedente. Con 2.087,8 milioni di euro, i ricavi sono diminuiti del 12,1 per cento e dell'8,9 per cento su base comparabile, mentre le vendite al dettaglio sono diminuite del 4 per cento su base comparabile. Gucci ha registrato un aumento del 43,7 per cento in Nord America e del 10,6 per cento in Asia-Pacifico, mentre la mancanza di turisti ha pesato sulle vendite nel periodo, soprattutto in Europa Occidentale, in calo del 47,3 per cento, e in Giappone, in calo del 25,9 per cento. Le vendite online sono cresciute notevolmente in tutto il mondo, rappresentando il 12,6 per cento del totale delle vendite al dettaglio, mentre i ricavi all'ingrosso hanno subito una contrazione del 31,6 per cento, in linea con la strategia in atto della griffe per migliorare l'esclusività della sua distribuzione riducendo il numero di rivenditori terzi.

Yves Saint Laurent è tornato a crescere nel terzo trimestre sia nei negozi a gestione diretta, sia nel canale wholesale. I ricavi totali, pari a 510,7 milioni di euro, sono aumentati dello 0,8 per cento rispetto all'anno precedente e del 3,9 per cento su base comparabile, mentre le vendite al dettaglio sono aumentate del 5,8 per cento su base comparabile.

I ricavi di Bottega Veneta sono stati pari a 332,5 milioni di euro, con un incremento del 17 per cento (20,7 per cento su base comparabile). Le vendite generate nei negozi a gestione diretta sono aumentate del 12,1 per cento, mentre le vendite online hanno raggiunto una crescita a tre cifre e il fatturato del wholesale è salito del 63,4 per cento.

Foto: Facebook/Saint Laurent