• Home
  • News
  • Business
  • Kering: terzo trimestre con ricavi a quota 5,137 miliardi

Kering: terzo trimestre con ricavi a quota 5,137 miliardi

Scritto da Isabella Naef

21 ott 2022

Business

Courtesy of Gucci
Kering ha archiviato il terzo trimestre con ricavi in crescita del 23 per cento (+14 per cento su base comparabile), a quota 5,137 miliardi di euro.

"Le solide performance di Kering nel terzo trimestre sottolineano la forza del Gruppo e la pertinenza della nostra strategia. Abbiamo registrato una forte crescita della top-line, sia rispetto all'anno scorso, sia rispetto ai livelli pre-pandemia. La nostra costante attenzione all'esclusività dei nostri marchi e alla qualità della loro distribuzione sta dando risultati molto positivi e rafforza il loro posizionamento nei mercati chiave. In un contesto sempre più complesso, manteniamo la flessibilità necessaria per sostenere la nostra redditività e sostenere i nostri investimenti nelle prospettive a lungo termine di tutte le nostre maison, Gucci in primis. Siamo fiduciosi come sempre nel potenziale e nelle prospettive del Gruppo", ha sottolienato, in una nota, François-Henri Pinault, chairman and chief executive officer.

Nel terzo trimestre i ricavi di Gucci sono stati pari a 2,581 miliardi di euro

Rispetto al terzo trimestre del 2019, i ricavi comparabili sono aumentati del 28 per cento. I ricavi della rete di negozi a gestione diretta hanno continuato a crescere a ritmi sostenuti, in crescita del 19 per cento su base comparabile.

Tutte le country hanno registrato una crescita: l'Europa occidentale (+74 per cento) e il Giappone (+31 per cento). Il Nord America è cresciuto di un +1 per cento. La crescita in Asia Pacifico (+7 per cento) è stata robusta, nonostante l'impatto delle restrizioni Covid nella Cina continentale.

Nel terzo trimestre, i ricavi di Gucci sono stati pari a 2,581 miliardi di euro, in crescita del 18 per cento. Il marchio ha registrato un forte slancio in Europa occidentale, sostenuto sia dai clienti locali, sia dai turisti, in particolare dagli Stati Uniti. In Giappone i ricavi sono aumentati, mentre i risultati in Cina continentale sono stati contrastanti, con un impatto sulle vendite in Asia-Pacifico.

Yves Saint Laurent ha realizzato nel terzo trimestre un fatturato di 916 milioni di euro, con un aumento del 40 per cento in termini di fatturato e del 30 per cento su base comparabile.

Le vendite nei negozi a gestione diretta sono aumentate del 38 per cento su base comparabile, grazie a tutte le categorie di prodotti. I ricavi in Europa occidentale sono più che raddoppiati. Le vendite all'ingrosso sono aumentate del 13 per cento su base comparabile.

I ricavi di Bottega Veneta sono stati pari a 437 miliardi di euro nel terzo trimestre, con un aumento del 20 per cento su base trimestrale e del 14 per cento su base comparabile.

Nel terzo trimestre i ricavi delle altre griffe di Kering sono stati pari a 995 milioni di euro, con un aumento del 17 per cento su base trimestrale e del 13 per cento su base comparabile. I ricavi dei negozi a gestione diretta sono cresciuti del 43 per cento su base comparabile. La società ha aggiunto che le vendite di Balenciaga e Alexander McQueen sono state particolarmente positive in tutte le categorie di prodotti. Brioni ha continuato il suo rimbalzo. Boucheron e Pomellato hanno registrato ancora una volta ottime performance e Qeelin ha resistito bene al complesso contesto operativo cinese. Il fatturato wholesale è diminuito del 25 per cento.

BOTTEGA VENETA
GUCCI
KERING