L’export di calzature made in Italy in Cina a + 13,8 per cento nei primi sei mesi

Micam va a Shanghai per stringere contatti con gli operatori cinesi. Oggi, Micam Milano ha organizzato a Shanghai una giornata aperta a operatori e giornalisti locali per presentare in anteprima i trend della prossima stagione e i contenuti della prossima edizione di Micam, in agenda a Rho Fiera Milano. dal 16 al 20 febbraio 2020.

“Siamo da tempo impegnati in un proficuo scambio con il mercato cinese", ha affermato, in una nota, Siro Badon, presidente di Assocalzaturifici e Micam Milano, "il Paese riconosce le calzature italiane come un’eccellenza del made in Italy e si è sempre distinto per una forte presenza di compratori in occasione degli appuntamenti fieristici che organizziamo in Italia. Ma non solo. Assocalzaturifici è attiva in Cina attraverso eventi selezionati che consentono un dialogo continuo tra le aziende italiane e i compratori del Paese".

"Secondo i dati di Confindustria Moda", ha aggiunto Badon, "l’export di calzature made in Italy nella Cina continentale nei primi sei mesi dell’anno ha raggiunto un valore di oltre 155 milioni di euro, in aumento per il 13,8 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un trend positivo che si conferma anche guardando alle esportazioni verso Hong Kong: nel complesso, nel primo semestre 2019 sono infatti stati esportate oltre 2 milioni e duecentomila paia, per un valore pari a 333 milioni di euro, in crescita dell’12 per cento rispetto allo stesso periodo del 2018”.

Foto: Pexels

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO