Lanvin: stipendi assicurati per dicembre, gennaio e febbraio

Tempi duri per Lanvin. Nella maison di rue du Faubourg Saint-Honoré, a Parigi, si respira un'aria mesta. Le nuove collezioni stentano a decollare e pare che la griffe non riesca a ritorvare il fasto di un tempo.

Lo scoro luglio la griffe ha riorganizzato anche la direzione creativa. Bouchra Jarrar ha lasciato la direzione creativa ed è stata sostituita da Olivier Lapidus.

Secondo Le Figaro, il giro d'affari è sceso a quota 96,9 milioni di euro, con una flessione del 32,9 percento rispetto allo scorso anno.

La perdita netta era a quota 18,3 milioni nel 2016, ed è salita ai 27 milioni nel 2017.

Una situazione che ha allarmato i dipendenti che ora si chiedono se saranno pagati nei prossimi mesi.

Intanto Shaw-Lan Wang, miliardaria taiwanese nuova proprietaria della griffe (per il 75 percento, mentre il 25 percento appartiene all'uomo d'affari svizzero Ralph Bartel) aveva annunciato che ci sarebbe stata una ricapitalizzazione della griffe. In realtà l'annuncio risale a novembre e secondo quanto annunciato la settimana scorsa la ricapitalizzazione non ci sarà.

Nicolas Druz, nuovo amministratore delegato della maison, ha sottolineato che il prossimo marzo sarà annunciata una nuova strategia e ha specificato che gli stipendi di dicembre, gennaio e febbraio saranno regolarmente pagati.

Foto: Campagna Lanvin SS17. Foto by Paolo Roversi

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO