• Home
  • News
  • Business
  • McKinsey: le aziende fronteggiano il Covid-19 in sette mosse

Business

McKinsey: le aziende fronteggiano il Covid-19 in sette mosse

Scritto da Isabella Naef

16 mar 2020

Mettere in sicurezza i dipendenti, preparare un piano di sostegno per i dipendenti, fare in modo che i manager dedichino la maggior parte del loro tempo alla risposta al virus. Questi e altri suggerimenti sono stati messi nero su bianco da McKinsey & Company, per le aziende al fine di renderle capaci di fonteggiare l'emergenza data dalla pandemia del coronavirus.

Nel dettaglio, hanno sottolineato gli autori del report: Matt Craven partner McKinsey nell'ufficio della Silicon Valley; Linda Liu partner della società a New York, Matt Wilson senior partner, e Mihir Mysore dell'ufficio di Houston office, il vademecum va dalla supply chain, alla gestione dei clienti, alla liquidità.

Le aziende hanno l'imperativo di agire immediatamente per proteggere i propri dipendenti, affrontare le sfide e i rischi aziendali e contribuire a mitigare l'epidemia in tutti i modi possibili, è il primo suggerimento concreto. L'epidemia di coronavirus è prima di tutto una tragedia umana, che colpisce centinaia di migliaia di persone, si legge nel report. Naturalmente la pandemia sta anche avendo un impatto crescente sull'economia globale. L'epidemia si sta muovendo rapidamente, e alcuni dei suggerimenti qui riportati e datati 9 marzo, avvisano i partner di McKinsey, possono diventare presto obsoleti.

Al momento, l'emergenza del coronavirus ha un finale poco chiaro. "Ciò che è chiaro è che l'impatto umano è già tragico e che le aziende hanno l'imperativo di agire immediatamente per proteggere i loro dipendenti, affrontare le sfide e i rischi aziendali e contribuire a mitigare l'epidemia in tutti i modi possibili", scrivono gli esperti.

Sono sette le azioni che possono aiutare le aziende di ogni tipo.

1. Proteggete i dipendenti

La crisi di Covid-19 è una sfida emotiva per molte persone, perchè modifica la vita quotidiana in modi senza precedenti. Per le aziende, il business, come al solito, non è un'opzione. Possono iniziare con la stesura e l'esecuzione di un piano di sostegno ai dipendenti che sia coerente con le linee guida più conservatrici che potrebbero essere applicate e che abbia punti di innesco per i cambiamenti della politica. Alcune aziende stanno valutando attivamente i loro sforzi rispetto ad altre per determinare le giuste politiche e i giusti livelli di supporto per i loro dipendenti. Alcuni dei modelli più interessanti riguardano la fornitura di un linguaggio chiaro e semplice ai manager locali su come affrontare l'emergenza fornendo loro autonomia in modo da sentirsi in grado di affrontare qualsiasi situazione in rapida evoluzione. Questa autonomia si combina con la creazione di comunicazioni bidirezionali che forniscono ai dipendenti uno spazio sicuro per esprimersi se si sentono insicuri per qualsiasi motivo, oltre a monitorare il rispetto delle politiche aggiornate.

2,Istituire un team di risposta Covid-19 interfunzionale

Le aziende dovrebbero nominare un riporto del ceo che guidi questo team. I membri del team dovranno uscire dai loro ruoli quotidiani e dedicare la maggior parte del loro tempo alla risposta ai virus. Alcuni flussi di lavoro saranno comuni per la maggior parte delle aziende: a) salute, benessere e capacità dei dipendenti di svolgere i loro ruoli; b) test di stress finanziario e sviluppo di un piano di emergenza; c) monitoraggio della catena di fornitura, risposta rapida e resilienza a lungo termine; d) risposte di marketing e di vendita agli shock della domanda; e) coordinamento e comunicazione con le sedi interessate. Questi sottogruppi dovrebbero definire obiettivi specifici ogni 48 ore e adattarli continuamente, così come obiettivi settimanali, il tutto sulla base dello scenario di pianificazione concordato dall'azienda. Il team di dovrebbe creare una cadenza operativa che si concentri sui risultati e sulle decisioni, e non tollerare riunioni che non raggiungono nessuno dei due obiettivi.

3.Assicuratevi che la liquidità sia sufficiente a superare l'emergenza

. Le aziende devono definire scenari su misura per il contesto aziendale. Per le variabili critiche che influenzeranno i ricavi e i costi, possono definire i numeri di input attraverso l'analisi e l'input di esperti. Le aziende devono modellare i loro dati finanziari in ogni scenario e identificare i fattori scatenanti che potrebbero compromettere significativamente la liquidità. Le aziende dovrebbero definire le mosse per stabilizzare l'organizzazione in ogni scenario.

4.Stabilizzare la catena di fornitura

Le aziende devono definire l'estensione e la probabile durata della loro supply-chain, inclusi i fornitori di livello 1, -2 e -3, e i livelli di inventario. La maggior parte delle aziende si concentri principalmente sulla stabilizzazione immediata, dato che la maggior parte degli impianti cinesi sono attualmente in modalità di riavvio. Le società devono anche prendere in considerazione il razionamento delle parti critiche, la capacità di trasporto ferroviario/ aereo, l'utilizzo delle scorte post-vendita come ponte fino al riavvio della produzione, guadagnando una priorità da parte dei fornitori e, naturalmente, il supporto al riavvio dei fornitori. Le aziende dovrebbero iniziare a pianificare come gestire l'offerta di prodotti che potrebbero, man mano che l'offerta torna online, vedere picchi inusuali di domanda dovuti all'accaparramento.

5.Rimanere vicino ai clienti

Le aziende che gestiscono meglio le interruzioni spesso hanno successo perché investono nei loro segmenti di clientela principali e anticipano i loro comportamenti. In Cina, per esempio, mentre la domanda dei consumatori è in calo, non è scomparsa: le persone si sono drasticamente orientate verso l'acquisto online di tutti i tipi di beni, compresi gli alimenti e la consegna dei prodotti. Le aziende dovrebbero investire nell'online come parte della loro spinta alla distribuzione omnicanale; ciò include la garanzia della qualità dei beni venduti online. 6. Esercitarsi con il piano Molti team di alto livello non investono tempo nella comprensione di ciò che è necessario per pianificare le interruzioni fino a quando non sono in uno stato di emergenza reale. In questi casi le simulazioni hanno un valore inestimabile. Le aziende possono mettere in atto anche "simulazioni da tavolo" per definire e verificare i loro protocolli di attivazione per le diverse fasi di risposta. Le simulazioni devono chiarire i titolari delle decisioni, garantire che i ruoli di ciascun membro del top-team siano chiari, richiamare gli "elefanti nella stanza" che possono rallentare la risposta e assicurare che, nel caso, le azioni necessarie per realizzare il piano siano pienamente comprese e che l'investimento richiesto sia prontamente disponibile.

7.Raggiungere lo scopo

Le aziende devono capire come sostenere la risposta all'emergenza, per esempio, fornendo denaro, attrezzature o competenze. Alcune aziende, inoltre, possono spostare e rivedere la produzione per creare mascherine, come il Gruppo Miroglio di Alba, e abbigliamento medico. Per facilitare i lettori FashionUnited che desiderano essere aggiornati su questi temi e sulle ripercussioni del coronavirus sull'industria della moda ha raccolto tutti gli articoli già pubblicati e in pubblicazione.

Per ulteriori notizie sul coronavirus e i suoi effetti sull'industria della moda cliccate qui

Foto: Pexels