Gucci annuncia un progetto culturale con Roma Capitale: “Rupe Tarpea, tra leggenda e futuro". Il progetto prevede una partnership tra la Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali e la griffe fiorentina, che fa capo a Kering, per il restauro e il recupero del Giardino Belvedere della Villa Tarpea, e per il recupero e riassetto del sistema paesaggistico delle aree verdi ubicate sulle coste tufacee del Colle Capitolino, attraverso un impegno pari a 1,6 milioni di euro da parte del marchio, da erogare nell’arco di due anni.

La Rupe Tarpea è la parete rocciosa posta sul lato meridionale del Campidoglio, dalla cui, secondo la tradizione, fino al I secolo d.C. venivano gettati nel sottostante Foro Romano i traditori della Patria condannati a morte, che in tal modo venivano simbolicamente espulsi dall'urbe.

Il cronoprogramma dei lavori, che si concluderanno nel 2021, è stato concepito secondo una progressione modulare in modo da permettere una fruizione progressiva delle aree.

Con il progetto culturale “Rupe Tarpea, tra leggenda e futuro”, Gucci rende omaggio a Roma e ai suoi inestimabili tesori, valorizzando la bellezza di uno dei siti più ricchi di storia del panorama italiano e internazionale, si legge in una nota.

”Poter dare un contributo di civiltà alla città eterna, alla città che ha dato i natali al nostro direttore creativo e che ospita il nostro ufficio stile è per me un onore immenso. Il dialogo costante che c’è tra l’antico e Alessandro è il quotidiano, la contemporaneità di Gucci", ha sottolineato Marco Bizzarri, presidente e ceo di Gucci.

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO