• Home
  • News
  • Fiere
  • Al via domani Wsm Fashion Reboot

Fiere

Al via domani Wsm Fashion Reboot

Scritto da Isabella Naef

15 gen 2021

E' in agenda da domani, 16 gennaio, a lunedì 18 gennaio, Wsm Fashion Reboot, format di White sull’innovazione sostenibile che per questa edizione debutta con un progetto interamente digitale.

Presentate sulla nuova piattaforma Wsm-White oltre 40 collezioni uomo e gender fluid con Dna artigiano e sostenibile

"Una serie di aziende e marchi che rappresentano la nuova frontiera dell’artigianalità moderna in cui sono importanti le tecniche di produzione e il fatto a mano, rivisitato con nuove tecnologie o con un approccio più moderno al prodotto e all’immagine. Un progetto “only digital” per promuovere le Pmi realizzato grazie al supporto di Maeci e Ice-Agenzia e alla partnership con Confartigianato Imprese", si legge in una nota.

Tra i protagonisti della sezione Tiziano Guardini, Patrick McDowell, Blue of a kind, Yekaterina Ivankova, che è stata anche special project del salone.

A questi si aggiungono Froy, brand di maglieria sperimentale fondato da Arman Avetikyan, Bobblehaus che si rivolge alla Gen-Z con un mix di moda, musica, arte e intrattenimento, Ntmb (acronimo di Never to much basic) collettivo made in Napoli che lavora sul concetto di customizzazione e lavorazione artigianale, fino a Par.co Denim, fondato nel 2014 da due cugini (è infatti l’acronimo di Parimbelli cousins), che produce jeans di alta qualità in modo sostenibile.

“In questo particolare momento storico il ruolo di noi organizzatori è di supportare con tutti i mezzi le aziende pmi anche attraverso la promozione digitale, che deve essere orientata al mondo dei buyer per poter concretamente mettere in collegamento le aziende alla propria rete di clienti già attivi. Per questo stiamo studiando e lavorando, anche in vista di febbraio, a un progetto che possa essere di concreto supporto alle piccole e medie imprese e finalizzato al creare una connessione diretta tra aziende e buyer”.

"Vogliamo promuovere un concetto di moda sostenibile unitamente a un made in Italy con Dna artigianale, giovane e inclusivo", ha affermato Carlo Ferro, presidente di Ice Agenzia.

“Nell’impossibilità di realizzare presentazioni ed eventi live, questa edizione White ha saputo comunque apportare innovazione e creatività nel mondo del fashion. Grazie a un calendario totalmente online che coniuga linguaggi contemporanei e tecnologia, si permette a tante piccole realtà artigianali di presentare in maniera efficace e mirata le proprie idee e collezioni a buyer, giornalisti e operatori quasi fossero presentazioni private ad hoc” ha sottolineato Cristina Tajani, Assessora al commercio, attività produttive, moda e design del Comune di Milano

“Il digitale, che abbiamo visto crescere durante la pandemia, rappresenta uno strumento fondamentale", ha spiegato Brenda Bellei, ceo di WHITE, "su cui lavoriamo da tempo, non solo per il progetto del business to business, ma anche per potenziare la stessa fiera fisica. E continuerà a esserlo anche dopo per migliorare le performance fieristiche.

Il calendario prevede 10 webinar e si apre oggi, venerdì 15 gennaio, con un intervento di Laura Burdese, ceo e Presidente di Acqua di Parma, che presenterà la strategia di sviluppo sostenibile della maison e il suo focus sulle realtà artigiane italiane. In agenda lunedì 18 gennaio un panel dedicato all’innovazione sostenibile nel mondo del tessile.

Foto: Ntmb, credit Vinnie Liazza, dall'ufficio stampa White