Buyer esteri in crescita a Pitti Bimbo 87

I dati di metà giornata dell’ultimo giorno di Pitti Bimbo 87, che si è concluso sabato 23 giugno, alla Fortezza da Basso di Firenze, indicano buyer in crescita dell'1 percento, sia sul fronte estero, sia per i compratori italiani.

In particolare, come spiegano gli organizzatori in una nota, tra i mercati internazionali risultano in crescita i buyer dalla Russia (+4 percento, sempre in testa alla classifica come numero compratori), Spagna (+2 percento), Germania (+5 percento come punti vendita presenti), Regno Unito (+10 percento), Belgio (+25 percento), Turchia (+28 percento), Giappone (+75 percento), Corea (+17 percento), Hong Kong e Arabia Saudita.

Stabili i numeri da Stati Uniti ed Emirati Arabi, in flessione le presenze da Cina, Olanda, Francia e Ucraina.

Seguendo queste indicazioni di affluenza il salone dovrebbe raggiungere quota 5.350 compratori complessivi, al di sopra dei risultati di un anno fa, con un numero totale di visitatori a 10.000 presenze circa.

“L’atmosfera che si respira in Fortezza è positiva", ha sottolineato, nella nota, Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, "negli stand si è vista molta concretezza e voglia di approfondire le novità delle aziende, le presentazioni e gli eventi per buyer e stampa sono state molto seguite, all’insegna di una fiducia diffusa. Il childrenswear sta vivendo un momento di grande evoluzione, con un focus forte verso una dimensione di ricerca e di lifestyle sempre più accentuati, che Pitti Bimbo sta incoraggiando e valorizzando, anche con i nuovi progetti e le sezioni dedicate alla creatività emergente, al design e ai nuovi stili di vita, che di stagione in stagione ampliano ulteriormente i confini dell’universo bimbo”.

Foto: Pitti Bimbo press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO