Buyer in aumento a Pitti Bimbo 86

Stando ai dati di metà percorso, diffusi venerdì scorso, il salone fiorentino dedicato alla moda bimbo, ha registrato un +2 percento di compratori, in aumento sia l’Italia sia l’estero, con buone performance da Russia, Ucraina, Stati Uniti, Spagna, Regno Unito, Germania, Brasile, Turchia, conferme da Giappone e Corea del Sud.

"A fine manifestazione si dovrebbero superare ampiamente i 6.800 compratori registrati, e circa 10.000 visitatori complessivi", hanno detto gli organizzatori in una nota.

Tra i mercati esteri, la Russia ha segnato un +5 percento ed è risultata il primo mercato del salone. Tra le performance migliori quelle di Spagna (+10 percento), Regno Unito (+5 percento), Germania (+4 percento in termini di negozi presenti), Ucraina (+18 percento), Grecia, Portogallo e Irlanda, incremento consistente per gli americani (oltre il 30 percento in più).

"Positivi anche Brasile e Turchia; confermano i livelli di un anno fa i compratori da Giappone e Corea, in flessione invece i numeri da Francia e Cina", si legge nella nota.

La kermesse è andata in scena a Firenze, alla Fortezza da Basso, dal 18 al 20 gennaio. Sono state 540 le collezioni presentate durante la kermesse, di cui 315 provenienti dall’estero (il 55 percento del totale).

Foto: Pitti Immagine press office
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO