• Home
  • News
  • Fiere
  • Chic Shanghai chiude a quota 43mila visitatori

Fiere

Chic Shanghai chiude a quota 43mila visitatori

Scritto da Isabella Naef

1 ott 2020

Sono stati 43mila i visitatori che hanno preso parte a Chic Shanghai, kermesse che si è svolta a Pechino dal 23 al 25 settembre. All'edizione di settembre dello scorso anno parteciparono 54mila visitatori.

Si tratta della prima fiera della moda dopo il lockdown.

La fiera si è svolta presso il National Exhibition & convention center di Shanghai.

Chic si è presentata su un'area di 53.000 metri quadrati con oltre 500 marchi in tutti i segmenti della moda e dello stile di vita. Per quanto riguarda gli espositori erano rappresentati principalmente marchi cinesi e internazionali che hanno agenti in Cina, hanno sottolineato gli organizzatori in una nota.

Al momento, il commercio cinese sta registrando un trend di lieve crescita. Per il mese di agosto il Bureau of Statistics ha evidenziato un aumento dello 0,8 per cento da inizio d'anno.

"Il consumo interno sarà il più importante motore di crescita nei prossimi anni, con collezioni più costose che soddisfano l'elevata richiesta di qualità e stile. Le metropoli più piccole in particolare (città con un massimo di 3 milioni di abitanti) stanno registrando un'elevata spesa per i consumi. Allo stesso modo, le piattaforme digitali continuano a svilupparsi rapidamente con enormi crescita delle vendite. La rilevanza sul mercato dei giovani consumatori in particolare anche per quanto riguarda la disponibilità a spendere è in aumento, come il gruppo Gen Z (nato dopo il 1996), che costituisce il 25 per cento della popolazione", hanno aggiunto gli organizzatori nella nota.

"L'industria globale dell'abbigliamento è esposta a enormi tensioni e a grandi sfide. L'industria è in un processo di trasformazione e regolamentazione, i punti chiave sono la digitalizzazione, l'innovazione e il cambiamento nell'intero concetto di sviluppo. Un'industria responsabile e sostenibile e un sistema che preveda una catena di approvvigionamento ecologico sono diventati un parte importante del "soft power" industriale", ha sottolineato Chen Dapeng, presidente di Chic e della China National Garment Association.

Foto: Chic Shanghai, dall'ufficio stampa