(annuncio pubblicitario)
(annuncio pubblicitario)

La 48esima edizione di Filo, salone internazionale dei filati e delle fibre, si è chiusa a Milani, il 28 settembre, con un numero di visitatori in crescita: + 10 percento, sulla edizione del settembre 2016, quando si erano attestati a circa 2500. “La 48a edizione di Filo si chiude in un clima molto positivo. All’aumento degli espositori, più di 90 in questa edizione, è corrisposta una crescita dell’affluenza dei buyer superiore alle attese. Si conferma dunque l’interesse per una fiera che propone l’eccellenza dei filati sulla base di un modello business-to-business, che privilegia la concretezza, la professionalità e l’efficienza. Accogliendo una esigenza delle aziende espositrici e visitatrici, in questa edizione abbiamo aperto le porte a un gruppo selezionato di tintorie e di aziende di servizio alle imprese tessili. Lo abbiamo fatto seguendo un discorso di filiera, per offrire agli operatori una visione più ampia della catena produttiva", ha detto Paolo Monfermoso, direttore della manifestazione.

Come ormai tradizione l’inaugurazione ufficiale della 48esima edizione di Filo è avvenuta nel contesto del convegno organizzato da Filo in collaborazione con Ice-Agenzia e Sistema moda Italia e in quest’occasione dedicato al “Filo delle filiere sostenibili”. Ed è proprio con l’obiettivo di rafforzare l’unità e l’unicità della filiera tessile italiana che nel corso dell’inaugurazione, Filo e Milano Unica hanno annunciato la decisione di presentare le tendenze di Filo a Milano Unica e, viceversa, le tendenze realizzate da Milano Unica a Filo.

L’appuntamento con la 49esima edizione di Filo è in agenda per il 21 e 22 febbraio 2018 al Palazzo delle Stelline di Milano.