• Home
  • News
  • Fiere
  • Micam, Mipel e TheOne Milano in scena dal 13 al 15 marzo

Micam, Mipel e TheOne Milano in scena dal 13 al 15 marzo

Scritto da Isabella Naef

2 mar 2022

Fiere

Courtesy of Micam
Micam, salone internazionale della calzatura, Mipel, Evento internazionale dedicato alla pelletteria e all’accessorio moda, The One Milano, salone dell’haut-à- porter si svolgeranno a Milano, dal 13 al 15 marzo, mentre Homi Fashion&Jewels Exhibition, evento dedicato al gioiello moda e all’accessorio sarà in parziale sovrapposizione dall’11 al 14 marzo, sempre all’interno del polo fieristico di Fiera Milano a Rho.

Come hanno spiegato ieri, durante la conferenza stampa di presentazione, uniti dall’#BetterTogether, gli eventi più importanti del mondo fashion e dell’accessorio, porteranno in fiera oltre 1.400 brand in totale, aziende italiane e internazionali che trasformeranno il quartiere fieristico nell’avanguardia dello stile e della creatività.

Micam Milano accoglierà 821 brand

"Un mix vincente che attrarrà gli operatori stranieri in un momento di ripresa degli scambi con l’estero consentita anche dai provvedimenti governativi a tema vaccinazioni non Ema; alle manifestazioni sono così attesi buyer da tutto il mondo anche grazie al contributo del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale e alla sempre proficua e positiva collaborazione con Ice Agenzia", hanno sottolineato gli organizzatori.

Nel dettaglio, Micam Milano accoglierà 821 brand. Il comparto calzaturiero italiano ha evidenziato segnali di ripresa nel 2021. L’anno scorso infatti ha registrato un incremento del fatturato del +18,7 per cento sul 2020 attestandosi a 12,7 miliardi di euro. Un valore però ancora inferiore all’epoca pre- covid (-11 per cento rispetto al 2019). L’export (+17,5 per cento nei confronti dell’anno precedente) ha raggiunto in valore (10,3 miliardi di euro a consuntivo) il secondo miglior risultato di sempre, anche al netto dell’inflazione. Bene, in particolare, le prime due destinazioni, ovvero Svizzera (+16,2 per cento in valore sul 2020, nei primi 11 mesi) e Francia (+24 per cento), tradizionalmente legate al terzismo; ma anche Usa (+42 per cento) e Cina (+37,5 per cento) che ha già abbondantemente superato i livelli 2019.

Risale anche l’attivo del saldo commerciale (+22 per cento da gennaio a novembre), atteso a poco meno di 5,2 miliardi nei 12 mesi.   “Dopo il crollo del 2020, anno in cui è stato duramente penalizzato dal lockdown e dalle restrizioni durante le due ondate pandemiche, il nostro settore è ripartito, con un fisiologico rimbalzo nel secondo trimestre cui è seguito un recupero con intensità più contenuta. La ripresa è però a macchia di leopardo e spesso ancora insufficiente a ripianare le perdite aziendali", ha sottolineato il presidente di Assocalzaturifici, Siro Badon.

"Basti pensare che solo una azienda su tre ha raggiunto i livelli pre-covid. Micam è dunque atteso dagli operatori come momento fondamentale per il business, l’occasione insostituibile per procedere alle contrattazioni degli ordini e, penetrando i nuovi mercati e consolidando gli esistenti, rafforzare l’export".

calzaturiero
MICAM
mipel