• Home
  • News
  • Fiere
  • Pitti Bimbo ospita 170 marchi, di cui 80 esteri

Pitti Bimbo ospita 170 marchi, di cui 80 esteri

Scritto da FashionUnited

25 nov 2021

Fiere

Courtesy of Pitti Immagine

Come anticipato la settimana scorsa, Pitti Bimbo andrà in scena alla Fortezza da Basso di Firenze dall’11 al 13 gennaio, in contemporanea a Pitti Uomo. La 94esima edizione della kermesse di riferimento del kidswear si propone con un percorso espositivo che offrirà una panoramica del caleidoscopico pianeta kids, hanno spiegato gli organizzatori, la settimana scorsa durante la conferenza stampa di presentazione.

Pitti Bimbo andrà in scena alla Fortezza da Basso di Firenze dall’11 al 13 gennaio

“Anche Pitti Bimbo è pronto a dare il suo contributo alla ripresa della moda italiana e del commercio internazionale”, ha sottolineato, in una nota, Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine. “Siamo al lavoro per aprire il salone in completa sicurezza, con protocolli specifici e un’attenzione che sono stati determinanti nell’accogliere i visitatori la scorsa estate, nel farli sentire al sicuro e pronti a ripartire con energia e voglia di scoprire dal vivo le novità delle aziende”.

Pitti reflections è il tema di questa edizione dei saloni: filo conduttore degli allestimenti in Fortezza e Leopolda, firmati dal creative director Angelo Figus, e impulso per la campagna pubblicitaria scattata dal duo Narènte in un set fotografico di grande impatto.

Circa 170 i brand in totale, di cui 81 provenienti dall’estero (48 per cento del totale) Tutti i brand che partecipano a Pitti Bimbo 94 alla Fortezza da Basso sono anche presenti nella piattaforma digitale Pitti Connect.

Intanto, Pitti Immagine, che organizza il salone, sta lavorando a un programma di incoming per i top buyer, con l’obiettivo di portare in Fortezza l’eccellenza del retail kidswear e i suoi operatori qualificati e autorevoli.

“Nuove location all’interno della Fortezza, per un’evoluzione nella segmentazione del salone e nella presentazione delle collezioni. Ecco le due grandi anime con cui Pitti Bimbo si presenta a gennaio, assieme a un focus ormai imprescindibile sulla sostenibilità, che il salone vuole sottolineare e sollecitare”, ha spiegato Poletto.

Le griffe e i marchi impegnati a vestire i bambini troveranno spazio alla Sala delle Nazioni, alla Sala della Ronda e al Rondino.

Tra i marchi protagonisti figurano Aletta (Italia), Anja Schwerbrock (Belgio), Byblos (Italia), Canadiens (Italia), Crocs (Stati Uniti), Dili Best Natural by Picci (Italia), Ed Hardy (Regno Unito), Elizabeth Emanuel (Regno Unito), Falcotto (Italia), Fun&Fun (Italia), Hanssop (Olanda), IDO (Italia), Kickers (Francia), Laranjinha (Portogallo), Mauna Kea (Italia), Molo (Danimarca), Mou (Regno Unito), Naturino (Italia), Oilily (Olanda), Perry Ellis America Kids (Regno Unito), Play Up (Portogallo), Pom d’Api (Francia), Premiata Will Be (Italia), Raizzed (Olanda), Refrigiwear (Italia), Regina (Italia), Sarabanda (Italia), Stella Cove (Stati Uniti), Superga Kidswear (Italia) e Vlasta Kopylova (Turchia).

Tra i debutti quello di Parosh che propone una collezione bambina mini me, capi double, giacche e capotti riproduzione di quelli della mamma.

Al Padiglione delle Ghiaia ci sarà Ecoalf che per la prima volta che espone la sua linea kids. Nata nel 2009 proprio a seguito della nascita dei due figli del fondatore Javier Goyeneche - Alfredo e Alvaro, Ecoalf, la collezione propone giacconi e gilet creati con bottiglie di plastica riciclate, felpe e T-shirt in cotone riciclato, sneaker in nylon riciclato.

All’Arena Strozzi, Pitti Bimbo torna a presentare la sezione riservata alle avanguardie del kidswear e del kids lifestyle: brand giovani e pionieristici che si distinguono per stile, materiali e filosofia. Tra i protagonisti della sezione: 3 Sprouts (Canada), A Muffin in the Oven (Stati Uniti), Boboux (Nuova Zelanda), C’era una volta (Italia), Collégien (Francia), Done by Deer (Danimarca), Fresk (Olanda), Frugi (Regno Unito), Infantium Victoria (Germania), Izipizi (Francia), Kukukid Brand (Polonia), L’Orsobruno (Italia), Oscar et Valentine Cachemire (Francia), Ria Menorca (Spagna), Ulla Lab (Italia) e Wooly Organic (Lettonia).