• Home
  • News
  • Fiere
  • Pitti Uomo: al via il 14 giugno la 90esima edizione

Pitti Uomo: al via il 14 giugno la 90esima edizione

Scritto da Isabella Naef

12 mag 2016

Fiere

E' stata presentata ieri, a Milano, la 90esima edizione di Pitti Uomo, che andrà in scena a Firenze, alla Fortezza da Basso, dal 14 al 17 giugno.

La prima edizione di Pitti Uomo si tenne nel febbraio del 1972, all’Hotel Villa Medici di Firenze, con 43 aziende espositrici e 526 compratori intervenuti, di cui 98 i buyer esteri.

La prima edizione di Pitti Uomo andò in scena nel febbraio 1972

Alla kermesse di giugno 2016, invece, parteciperanno circa 1219 marchi, ma non è detto che da oggi all'opening del salone la lista non si allunghi.

Di questi marchi, come hanno spiegato Gaetano Marzotto e Raffaello Napoleone, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Pitti Immagine, molti sono stranieri, e la fiera si aprirà "all'insegna dell'internazionalità".

"Noi rafforziamo la strategia di supporto alle aziende, in particolare con Fiera digitale, a sostegno delle piccole imprese, abbiamo lanciato Ready to order: al costo di un caffè al giorno le aziende hanno una app su Ipad per gli ordini. Uno strumento business to business innovativo che sfrutta le ultime tecnologie in termini di gestione dati", ha detto Raffaello Napoleone.

Napoleone: "continuiamo a collaborare in maniera stretta con Camera della moda

Numeri alla mano i marchi stranieri sono 536 provenienti dall’estero (il 44 percento del totale). Le sezioni del salone sono 15: Pitti Uomo, Make, Pop Up Stores, Eye Pop, Fashion At Wor, Futuro Maschile, Touch!, l’Altro Uomo, Born in the Usa, Unconventional, Open, The Latest Fashion Buzz, I Play, Urban Panorama, My Factory.

IL tema di quest'anno è Pitti lucky numbers. La kermesse scommette dunque sui numeri: sulle loro qualità estetiche, grafiche, simboliche, nella moda e oltre la moda. "Se i numeri circondano segretamente tutta la nostra vita, l’intera Fortezza da Basso sarà scenograficamente popolata da numeri", ha detto Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine. Legati al tema generale anche una serie di progetti in Fortezza: Rolling Stone con “Wall of Fame” realizzerà una grande parete con i 90 numeri della Smorfia napoletana interpretati dalla street artist Laurina Paperina; mentre il magazine Undici con “L’Epica dei Numeri” darà vita a 11 sculture extra large dedicate alle maglie dei giocatori che hanno fatto la storia del calcio.

E' in agenda il 13 giugno, invece, la serata organizzata dal Centro di Firenze per la moda italiana, nel complesso di Palazzo Pitti.

In occasione della novantesima edizione della Kermesse, inoltre, Pitti Immagine presenta Florence calling: Raf Simons, un evento che celebra il ritorno a Firenze di uno dei grandi innovatori della moda contemporanea. La sera di giovedì 16 giugno, lo stilista presenterà la sua collezione primavera estate 2017 insieme a un progetto speciale realizzato per Pitti Uomo 90.

Il menswear guest designer di Pitti Uomo 90 è Gosha Rubchinskiy. La ricerca del designer russo coniuga estetica delle culture giovanili della Russia post sovietica a inflessioni sportswear e suggestioni provenienti dalla fotografia e dal cinema. Dal 2012 il brand è prodotto e distribuito da Comme des Garçons. Mercoledì 15 giugno, Gosha presenterà la collezione primavera estate insieme a un progetto fotografico concepito per questo evento.

Fausto Puglisi, invece, è il Pitti Italics Special Event. Classe 1976, siciliano purosangue, la storia di Fausto Puglisi si svolge tra Messina e gli Stati Uniti, passando per New York, Milano e Parigi. La sua visione riflette il contrasto tra le origini italiane e la fascinazione per le diverse sfaccettature della cultura americana. A Pitti Uomo, il designer presenterà in anteprima internazionale una prima capsule di moda uomo, che sarà presentata insieme alla Resort donna 2017.

Foto: Pitti Immagine