Pitti Uomo: Fumito Ganryu designer project

Il "designer project" dell'edizione numero 94 di Pitti Uomo, che andrà in scena a Firenze dal 12 al 15 giugno, è Fumito Ganryu, che lancerà l'etichetta eponima.

Craig Green sarà menswear guest designer e Roberto Cavalli special guest di Pitti Uomo

Il designer giapponese, cresciuto all'interno del gruppo Comme des Garçons, presenterà una collezione che è un'esplorazione del sempre più serrato rapporto tra corpo e abito, rivelando l'essenza del suo stile: una nuova interpretazione di casual wear moderno e concettuale.

"È un onore per me e una fantastica opportunità debuttare con la mia label a Pitti Uomo. Farò del mio meglio per esprimere la mia visione, portandola verso nuove direzioni", ha sottolineato il designer, classe 1976, in una nota di Pitti Immagine.

Il designer si aggiunge alla lista degli eventi speciali del prossimo Pitti Uomo, assieme ai già annunciati Craig Green come menswear guest designer, Roberto Cavalli come special guest e la mostra Fanatic Feelings, Fashion Plays Football.

Il fashion designer giapponese presenterà nei giorni di Pitti Uomo la sua etichetta indipendente ed eponima.

Lo stilista è nato a Fukuoka, in Giappone e si è diplomato nel 2000 al Bunka Fashion college. Nel 2004 è entrato in Comme des Garçons come pattern maker per Junya Watanabe.

Nel 2007 ha creato la sua linea Ganryu sotto l’egida di Comme des Garçons. Nel 2018 lancia il suo brand indipendente “Fumito Ganryu”, conceptual wear per il XXI secolo.

Foto: Fumito Ganryu, credit Pitti Immagine website