Pitti Uomo: Y/Project è il menswear guest designer

Sarà Y/Project, etichetta disegnata dallo stilista belga Glenn Martens, il menswear guest designer della prossima edizione di Pitti Uomo, in agenda dall'8 all'11 gennaio alla Fortezza da basso di Firenze.

L'annuncio, questa mattina, su Instagram, sull'account ufficiale di Pitti Immagine e poi attraverso una nota stampa.

Martens presenterà la nuova collezione uomo Y/Project 2019/2020 a Firenze, con un evento speciale in occasione del prossimo Pitti Uomo

Martens, belga, originario di Bruges, con una laurea in architettura di interni, si è imbattuto nella moda per caso. Dopo aver fatto domanda per entrare nella prestigiosa Accademia Reale di Belle arti di Anversa presentando solo alcuni schizzi, Martens fu accettato e si laureò come primo della sua classe.

Terminati gli studi, a Martens venne offerto un ruolo presso Jean Paul Gaultier come junior designer per la prima collezione donna e per la sua etichetta uomo G2. Nel 2012 ha dato il via all’etichetta eponima che ha debuttato alla settimana della moda di Parigi e proseguito per tre stagioni. Lo stilista è stato arruolato da Y/Project nel 2013, a Parigi.

Nel giugno del 2017, il marchio ha vinto l'Andam Grand prize. Oggi l'etichetta è vendita in oltre 150 store come Browns, Dover Street Market, Barney’s, Selfridges, Boon The Shop, Lane Crawford, Jeffrey, Addition Adelaide, Net-A-Porter, Mytheresa.com, Matchesfashion.com, Ssense, Forward by Elyse Walker e Kuznetsky Most 20.

Martens presenterà la nuova collezione uomo Y/Project 2019/2020 a Firenze, con un evento speciale in occasione del prossimo Pitti Uomo.

“Glenn Martens ha creato con Y/Project un linguaggio estetico nuovo, che si alimenta di contraddizioni”, ha detto Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi di Pitti Immagine.

“In cui lo chic si accosta a riferimenti eclettici e stravaganti, in cui lo streetwear si arricchisce di dettagli storici e tocchi couture talvolta fuori scala. Un design concettuale già entrato in sintonia con le punte più avanzate del mercato. Un designer che esprime un acuto sense of humor e che ha un visione della moda molto personale, dove c'è spazio per la libertà di vestirsi, la sperimentazione e il divertimento, senza erigere barriere di alcun genere”.

"L’incredibile patrimonio storico di Firenze è da sempre per me una fonte inesauribile di ispirazione. E’ un grande onore essere stato invitato a presentare Y/Project in occasione di Pitti Uomo, nel cuore di questa meravigliosa città”, ha sottolineato Glenn Martens.

Foto: Glenn Martens by Arnaud Lajeunie, dall'ufficio stampa di Pitti Uomo