• Home
  • News
  • Fiere
  • White al via il 20 febbraio con 500 marchi

Fiere

White al via il 20 febbraio con 500 marchi

Scritto da Isabella Naef

7 feb 2020

L'ospite speciale della prossima edizione di White, in calendario a Milano, in via Tortona, dal 20 al 23 febbraio, è designer marocchino Maison Artc. Lo stilsita sarà protagonista di un doppio evento focalizzato su sostenibilità e l’inclusione delle culture.

Palomo Spain è lo special designer che arriverà per la prima volta a Milano, mentre Salar Milano sarà lo special project.

La kermesse White occuperà le quattro location di Tortona 27, Superstudio Più, Tortona 31, Opificio, Tortona 35, Hotel Nhow e Tortona 54, Ex Ansaldo Base, arrivando a circa 500 brand.

Tra i debutti: per la prima volta a Milano, Inès de La Fressange,

"Attrarre i buyer e la stampa internazionale a Milano, in occasione della fashion week e dell'edizione di White, e supportare le piccole e medie aziende artigiane e le start up impegnate nel lavoro di ricerca, sono gli obiettivi che l'Ice intende perseguire attraverso il supporto all'edizione di febbraio 2020 di White, in collaborazione con Confartigianato Imprese", ha sottolineato, attraverso una nota stampa, il direttore generale dell’Agenzia Ice, Roberto Luongo.

"In un momento così particolare e di grande cambiamento per un settore che, a mio avviso, doveva cambiare, noi di White siamo al lavoro per il nuovo e per il futuro, come dimostra il grande sforzo di Wsm e anche il grande lavoro sulla prossima edizione di White febbraio. Un’importante opportunità da giocarci per Milano che è sempre più viva e sempre più europea", ha sottolineato Massimiliano Bizzi, fondatore di White.

Special designer della kermesse, come anticipato, sarà Palomo Spain, brand sperimentale gender fluid nato nel 2015 che fonde lo spirito spagnolo del suo fondatore, Alejandro Gómez Palomo, con lo stile metropolitano e sofisticato di Londra, dove il designer ha trascorso i suoi anni formativi, studiando al London College of Fashion. Per la prima volta Palomo Spain arriva in Italia, portando a White la sua collezione che ha subito suscitato l’interesse della stampa internazionale e di celebrity come Beyoncé.

Tra i debutti, per la prima volta a Milano, Inès de La Fressange, icona francese riconosciuta per l’eleganza essenziale, che porta con il suo marchio piccole suggestioni parigine nel guardaroba globale. La collezione propone diversi pezzi versatili per un’eleganza informale.

Tra le collaborazioni internazionali prosegue quella con Flanders Dc, Flanders District of Creativity, la piattaforma belga di supporto e promozione delle giovani imprese creative, che presenta una selezione di brand di nuova generazione tra cui si distinguono: Marylene Madou, che presenta una collezione di sciarpe esclusive realizzate dalla stessa designer utilizzando le sue doti pittoriche ed illustrazioni digitali.

Give a Fokus, l’hub dedicato all’innovazione sostenibile nato nell’edizione di febbraio 2019, torna in partnership con Cittadellarte, Fondazione Pistoletto e Fashion Revolution per informare e raccontare due delle fasi più inquinanti della produzione tessile: lo sviluppo del tessuto e la fase di tintura e finissaggio che in media incidono per più del 30 per cento dell’impatto totale di un capo di abbigliamento. Un progetto realizzato grazie al supporto di Albini Group e Boyish Jeans.

Inoltre, White ha deciso di sostenere i 17 goal di sviluppo sostenibile dell’Onu. Da questo assunto è stata fatta una valutazione per capire tra i brand espositori quali hanno concretizzato progetti certificati per ridurre il proprio impatto ambientale e massimizzare un impatto sociale attraverso il design delle proprie collezioni. Il risultato del censimento conta già 32 aziende presenti al salone. Tra queste Blue of a Kind, Boyish Jeans, Closed, Insane in the Rain, Ibrigu, LaMilanesa Made in Milan, e Regenesi.

Foto: Maison Artc, credit Suzana Holtgrave, dall'ufficio stampa White