• Home
  • News
  • Fiere
  • White Milano chiude a quota 13mila visitatori

White Milano chiude a quota 13mila visitatori

Scritto da Isabella Naef

27 set 2021

Fiere

Courtesy of White

La fashion week di Milano è tornata protagonista della città dopo le edizioni in digitale a causa delle misure di sicurezza sanitaria imposte dalla pandemia da Covid-19. I numeri di una delle kermesse più conosciute e frequentate anche dai buyer internazionali testimoniano questa ripresa.

“Si è chiusa l’edizione Sign of the Times di White Milano con la direzione artistica di Massimiliano Bizzi e Beppe Angiolini, che ha segnato un importante cambiamento nella strategia e comunicazione del salone, patrocinato dal Comune di Milano, un evento realizzato anche grazie al supporto di Maeci e Ice-Agenzia e alla partnership con Confartigianato Imprese”, si legge in una nota diffusa ieri dagli organizzatori di White.

Oltre 13mila i visitatori di cui l’85 per cento buyer

Numeri alla mano: sono stati oltre 13.000 i visitatori di cui l’85 per cento solo buyer che sono stati nelle location Tortona 27 e 54. “L’estero torna al salone con presenze qualificate e rilevanti, anche da Paesi extra europei con nomi come Lane Crawford (Miami, Los Angeles), The Webster Miami, Al Tayer Group, matchesfashion.com, Voo Berlin, Majid Al Futtaim (United Arab Emirates e Cairo), Galeries LaFayette (UAE) Apropos Koeln (Amburgo), Solis Lyon, tanto per citarne solo alcuni”, hanno precisato gli organizzatori.

“I risultati inaspettati particolarmente positivi di questa edizione premiano la qualità del lavoro e della nuova strategia della manifestazione e mi rendono orgoglioso della connessione con Milano, città che si è dimostrata forte e reattiva. Quello che ho progettato oltre un anno fa, mettere in rete e in dialogo i diversi player del sistema moda, sta finalmente prendendo forma. Non vogliamo parlare semplicemente di ripartenza e di fare sistema, ma della volontà di fare e agire, dando voce e visibilità tanto ai brand consolidati quanto ai giovani, fornendo strumenti concreti per connetterli al business”, ha spiegato Massimiliano Bizzi, founder di White. Tra gli eventi organizzati da White in Tortona 27 e 54, il progetto con le 7 Secret room curate da Dimorestudio con Kiton, Massimo Alba, Aspesi, Incotex, Tagliatore, Finamore e Borsalino, che hanno scelto di rappresentare i 7 valori, attraverso 7 tonalità di bianco, portatori di un nuovo percorso della moda, inclusivo e guidato da una nuova progettualità in cui i marchi hanno interpretato l’universo femminile con i pezzi più identificativi del guardaroba maschile.

Courtesy of White