• Home
  • News
  • Fiere
  • White Milano presenta le collezioni di oltre 300 marchi

Fiere

White Milano presenta le collezioni di oltre 300 marchi

Scritto da Isabella Naef

15 set 2020

Hanno superato quota 300 i marchi che saranno presenti alla prossima edizione di White Milano, salone che andrà in scena a Milano dal 24 al 27 settembre. Special guest del salone è Vièn, brand italiano fondato da Vincenzo Palazzo, che crea patchwork di stili e reference all’insegna dell’incontro tra culture differenti. Special project, invece, è Sabina Musayev, mentre Yekaterina Ivankova con la sua moda sostenibile è lo Special designer di questa edizione.

White Milano andrà in scena dal 24 al 27 settembre

Al Tortona 54 Base Milano/Ex Ansaldo, invece, sarà protagonista la sostenibilità con Wsm Fashion reboot curato da Matteo Ward.

La kermesse, come sta accadendo per le principali fiere della moda e per le fashion week di tutto il mondo, avrà anche una parte digitale, in modo da consentire di vedere le collezioni anche ai buyer e agli operatori di settore che non saranno presenti a Milano a causa delle misure restrittive su viaggi e spostamenti imposte dalla pandemia da Covid-19.

"On show circa 300 marchi di cui 100 label sono presenti nella piattaforma business to business (in crescita) e gli altri 200 nella fiera fisica che si divide tra Tortona 27 Superstudio Più e Base Milano/Ex Ansaldo 54 con un'attenzione particolare alle eccellenze italiane o che producono in Italia, protagoniste dell'area focus on Italy", hanno spiegato, in una nota, gli organizzatori.

Tra i marchi presenti realtà come Faliero Sarti, Attic and Barn, Oof, Roberto Collina, Transit par-such e Pierre Louis Mascia, tutte realtà made in Italy. Aziende e brand italiani sono protagonisti di eventi nei negozi multimarca milanesi, inseriti all'interno di un calendario ad hoc: Milano Loves Italy, movimento e manifesto per la rinascita del capoluogo lombardo voluto dal patron di White, Massimiliano Bizzi, che unisce, tra gli altri, Camera nazionale della moda, Best Showroom, Alined Network (nuova associazione che ha messo in rete nove showroom milanesi) fino a Niam- Nazionale Italiana agenti moda.

Special guest del salone è Vìen, brand lanciato due anni fa dal pugliese Vincenzo Palazzo insieme a Elena Nitti. Un marchio prodotto nella regione d'origine dello stilista (Putignano), che trae ispirazione dagli insegnamenti della nonna sarta ma anche dalle sue passioni come la musica e la multiculturalità.

Nel segno della produzione italiana sostenibile è la scelta di Yekaterina Ivankova come Special designer del salone. La designer, nata in Kazakistan, ma formatasi presso il Polimoda di Firenze, ha lanciato il suo marchio di upcycling nel 2017, utilizzando abiti vintage e stock di materiali.

Il marchio israeliano Sabina Musayev debutta per la prima volta in Italia come Special project. Originaria di Baku (Azerbaigian) e di base a Tel Aviv, Sabina Musayev fonda il brand nel 2011 con il marito Meir Moyal. Il suo stile nasce dalla fusione armonica tra un passato colto di citazioni artigianali (tra tappeti, ricami e architetture locali) e un presente metropolitano pieno di vita.

Come anticipato, dal 24 settembre parte anche il progetto digital White B2B marketplace, un progetto che vuole mettere in rete e connettere, aziende, showroom, brand e buyer, nato grazie anche al supporto di Maeci e Ice - Agenzia e alla partnership con Confartigianato Imprese. L’attività del business to business non si esaurisce nel mese della fashion week ma continua tutto l’anno per permettere alle aziende di interagire con un ampio network di retailer anche esteri, entrando in contatto con nuovi potenziali clienti da tutto il mondo.

On show oltre 200 marchi presenti al salone, mentre sono già 130 i brand sul B2B Marketplace, oltre ai progetti di WSM FASHION REEBOT con 32 realtà sulla moda sostenibile

Foto. White Milano, dall'ufficio stampa