• Home
  • News
  • Fiere
  • White sustainable Milano al via il 19 giugno

White sustainable Milano al via il 19 giugno

Scritto da Isabella Naef

16 giu 2021

Fiere

Torna dal 19 al 21 giugno, Wsm Fashion Reboot, format di White sull’innovazione sostenibile. La kermesse, il cui direttore artistico è Matteo Ward, per questa edizione sperimenta un format 70 per cento digitale e 30 per cento fisico. In mostra oltre 50 collezioni, con un programma di workshop e talk, che saranno in presenza e in streaming.

Wsm presenta oltre 50 collezioni uomo e gender fluid

Come hanno spiegato ieri gli organizzatori, durante la conferenza stampa, le oltre 50 collezioni uomo e gender fluid si caratterizzano per il loro Dna sostenibile.

"Tutti noi abbiamo, nel nostro armadio, il potenziale di creare le collezioni più responsabili: quelle già prodotte. Capi che magari nel tempo hanno iniziato a emozionarci un po’ meno, ma che hanno il potenziale di diventare estremamente contemporanee grazie ad interventi di upcycling che ci mostreranno designer esperti in prima persona”, ha sottolineato Ward.

Lo spazio principale di questo Wsm sarà la location Fondazione Sozzani Tazzoli Milano, in via Enrico Tazzoli 3, in cui dal 19 al 21 giugno sarà presentata Sustainable evolution, progetto in collaborazione con Camera nazionale della moda italiana, che insieme a White supporta in modo concreto le nuove generazioni di creativi.

"White non solo attiverà una donazione al Camera moda fashion trust, ma promuoverà anche un evento dedicato negli spazi di Fondazione Sozzani Tazzoli Milano con 10 designer italiani e internazionali. I designer selezionati sono: Froy, Lessico familiare, Mishimi, Oh Carla, Gin Salemò, Bayria Eyewear, Kidsofbrokenfuture, Marcello Pipitone, Simon Cracker e Zerobarracento.

Il finissage dell’evento è in agenda il 21 giugno.

Tra digital e fisico, questa edizione di Wsm- White sustainable Milano, porta in scena le collezioni e progettualità di più di 50 designer impegnati a rappresentare, attraverso il proprio lavoro, valori di giustizia sociale e ambientale.

Il calendario di talk e workshop prevede una serie di appuntamenti dedicati a rafforzare i temi affrontati dai designer in questa edizione con un focus particolare al tema dell’economia circolare, up-cycling e il valore delle filiere tracciabili e responsabili.

Tra il 19-21 giugno quindi, nella cornice di Fondazione Sozzani e con live streaming digitale, prendono vita workshop e talk.

Francesca Rulli, ceo di Process Factory e ideatrice di 4sustainability, coinvolgerà nel dibattito Stefano Albini (presidente Albini Group), Andrea Crespi (ceo Eurojersey), Matteo Mantellassi (ceo Manteco) ed Ettore Piacenza (general director Piacenza 1733), portavoce di quattro eccellenze della filiera italiana.

Tra gli altri talk figura quello con Alberto Candiani, global manager di Candiani Denim, che presenta la fibra Coreva, la prima naturalmente elastica, biodegradabile e compostabile.

Foto: Wsm, collezione del brand Clandestina, dall'ufficio stampa White