• Home
  • News
  • Fiere
  • White torna a Milano dal 24 al 27 febbraio

White torna a Milano dal 24 al 27 febbraio

Scritto da FashionUnited

15 dic 2021

Fiere

Courtesy of White

White, Sign of the times, torna in zona Tortona dal 24 al 27 febbraio. Il management della kermesse punta a convogliare a Milano un numero di operatori il più vicino possibile ai 25mila pre-pandemia, ovviamente tenendo conto di tutte le complessità legate al Covid-19. Saranno, inoltre, 1200 i compratori selezionati tra i top spender dei principali mercati internazionali che arriveranno a Milano per potenziare l’attività di export delle aziende italiane. Il tutto grazie ai fondi messi a disposizione dal Maeci, tramite Ice-Agenzia. “Il contesto è quello della ripartenza che, grazie al supporto del sistema Paese ma soprattutto al coraggio e alla tenacia delle imprese, vediamo sempre più profilarsi in concretezza”, ha sottolineato Carlo Ferro, presidente dell’Ice Agenzia. “E questo vale anche per la moda. Dopo un 2020 che l’ha fortemente penalizzata, vediamo, nei primi 9 mesi del 2021 un deciso miglioramento sull’anno precedente e piccoli segnali che avvicinano le performance delle esportazioni di settore ai livelli pre-pandemia del 2019”.

Al Superstudio Più e dell’Ex Ansaldo si aggiungono due nuove location

“Milano ha rialzato la testa”, ha esordito ieri, durante la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione di febbraio, Massimiliano Bizzi, presidente e fondatore di White. Bizzi ha anche annunciato che la manifestazione si allargherà: alle location del Superstudio Più e dell’Ex Ansaldo si aggiungono, infatti, due destinazioni inedite nel Tortona fashion district, per una superficie totale di 18000 metri quadrati. La volontà è di proporsi un po’ come una sorta di Expo della moda per la città.

Si tratta dello spazio espositivo del Mudec, il Museo delle culture in via Tortona 56: “novità importante per il format di White che si arricchisce di spazi espositivi di eccellenza legati a contenuti culturali e artistici”, ha detto Bizzi. Nel dettaglio, nel rispetto del dna del museo, rivolto alla valorizzazione e alla ricerca interdisciplinare sulle culture del mondo, chiave per l’interpretazione della contemporaneità e visione sul futuro, White ospita su due livelli negli hub del Mudec, l’innovation center e l’auditorium, una selezione di marchi internazionali di ultima generazione, community driven, con forte spessore creativo, capacità di intercettare nuovi trend e influenzare community e audience specifiche.

Dall’edizione di febbraio, inoltre, anche il Padiglione Visconti entrerà a far parte del format di White, accogliendo nel suo spazio polifunzionale di 1200 metri quadrati, in via Tortona 58, Wsm- White sustainable Milano, il progetto di sostenibilità e innovazione tecnologica che diventa parte integrante della manifestazione e si trasforma nel primo evento focused a 360 gradi sulla filiera creativa e produttiva della moda protagonista di una concreta transizione ecologica e digitale.

La prossima edizione di White sarà accompagnata da campagna di comunicazione di impatto visivo dal titolo Upside down. “La campagna coglie lo spirito della mission di White e del suo costante impegno a sovvertire le regole, puntando sulla ricerca, il cambiamento e la circolarità, valori in cui ha creduto fin dalle origini”, ha raccontato Stefania Vismara, direttore generale di White. “Upside down mette al centro il punto di vista delle nuove generazioni, il loro coraggio di stravolgere i codici stilistici non più in linea con le nuove esigenze, ribaltare gli equilibri e costruire un mondo diverso, più equo e sostenibile. Testimonial della campagna tre giovani rappresentanti del pensiero libero e della cultura: Laura Marzadori primo violino del Teatro alla Scala di Milano, Letizia Masini giovane talento del corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano, e Gala Martinucci, volto nuovo e affascinante del cinema e della moda italiana”, ha aggiunto Vismara.

L’edizione di febbraio 2022 vede, inoltre, per la prima volta uniti Camera nazionale della moda italiana, White e Csm, Camera showroom Milano, sempre nell’obiettivo comune di potenziare il numero di compratori internazionali su Milano, grazie ai

fondi messi a disposizione dal Maeci, tramite Ice- Agenzia, per l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, di cui Confartigianato Imprese si fa sostenitore.

Sempre operativa, infine, la piattaforma White B2b marketplace, un canale capace di abbattere le distanze, creando un network internazionale per favorire lo sviluppo commerciale tra brand e buyer e scoprire i nuovi trend e talenti di domani. La piattaforma è disponibile durante tutto l’anno in 8 lingue e per 150 marchi.