• Home
  • News
  • Fiere
  • White torna dal 23 al 26 settembre con oltre 200 marchi

White torna dal 23 al 26 settembre con oltre 200 marchi

Scritto da FashionUnited

11 ago 2021

Fiere

Foto: credit Davide Musto, dall'ufficio stampa White

Sono oltre 200 brand già confermati a White, kermesse che andrà in scena a Milano dal 23 al 26 settembre.

Il salone sta inoltre lavorando, grazie al supporto di Maeci e Ice-Agenzia e in partnership con Confartigianato Imprese, a un piano di accoglienza buyer dall’estero, che visiteranno il tradeshow tramite percorsi mirati.

Nella sezione Contemporary makers sono state selezionate una serie di "piccole e medie imprese italiane che esprimono un nuovo concetto di artigianalità evoluta in cui il fatto a mano incontra un approccio moderno alle tecniche di lavorazione e alla comunicazione", hanno spiegato gli organizzatori in una nota.

L’obiettivo di White è quello di mettere in evidenza le piccole e medie imprese che rappresentano il cuore del made In Italy, in cui i valori del fatto a mano si fondono a una creatività contemporanea e alle nuove esigenze legate al tema della sostenibilità.

Al via, quindi, i progetti promossi da Fondazione Pistoletto - Fashion Best, che presentano una selezione di designer e una capsule di capi genderless che interpretano attivamente la nuova generazione della moda, inclusiva e sostenibile. E ancora, Class Icon award, che presenta la label Duarte, come esempio di azienda sostenibile e game changer, oltre a una textile library, dove si potranno vedere una serie di materiali innovativi.

Per dare un ulteriore segnale di rinnovamento e dei tempi che cambiano, White promuove Sign of the Times, una campagna ispirata dalla canzone icona di Prince del 1987, che vede protagonisti quattro giovani promesse del cinema italiano, Matilde Gioli, Ludovica Bizzaglia, Laura Adriani e Federico Cesari. Il salone ha scelto questi talenti perché rappresentativi di una nuova generazione del cinema italiano nel segno di una nuova era che parla di inclusione, sostenibilità e condivisione, proprio come il lavoro di questi artisti.