Wsm apre i battenti il 15 giugno, a MIlano, e sposa l'impegno sociale di Vivienne Westwood

Marchi emergenti, grandi griffe conosciute a livello internazionale, brand sportivi ed etichette che nascono dalla creatività e dal know how artigianale: questa è la vetrina di Wsm, acronimo di White street market, dove la s simboleggia non solo il trend derivante dalla moda contemporanea di strada, ma anche il fashion glamour di natura sostenibile, con connessioni al mondo sportswear.

Presentata alla stampa oggi, a Milano, la nuova edizione della kermesse andrà in scena durante la settimana della moda maschile milanese dal 15 al 17 giugno, nel distretto della moda di Via Tortona.

"E' molto importare collaborare con le piccole e medie imprese e con i grandi brand", ha sottolineato, oggi, durante la conferenza stampa di presentazione, Massimiliano Bizzi, fondatore di White, a proposito della collaborazione con Confartigianato Imprese e con Camera nazionale della moda italiana.

Saranno presenti anche le etichette olandesi Maium, M-Bag, Flocus, Fashion for Good e Gumshoe attive nel segmento sostenibile della moda"

Grazie a Confartigianato Imprese e al Mise", ha aggiunto, "ci viene permesso di continuare a sperimentare la nuova formula del business to business e business to consumer che, come successo per la design week, potrebbe essere la vera innovazione anche per la moda, che mostra evidenti necessità di cambiamenti strategici".

Wsm apre i battenti il 15 giugno, a MIlano, e sposa l'impegno sociale di Vivienne Westwood

L'appuntamento è dal 15 al 17 giugno, presso la location di Superstudio, dove si svolgerà Wsm, con il patrocinio del Comune di Milano, che si articola in Fashionreboot e Give a fok- us Water mentre, presso lo spazio Ex Ansaldo | Base, la Camera Nazionale della Moda Italiana metterà a disposizione il proprio asset per il lancio di giovani brand internazionali.

Wsm coprirà 10mila metri quadrati di superficie espositiva. Sono attesi oltre 15.000 visitatori. Il calendario è ricco di oltre 50 attività, raddoppiate rispetto a gennaio di quest’anno, tra happening, eventi, presentazioni, workshop, di cui 14 appuntamenti nell’area talk.

Tra i marchi presenti anche Converse, Foot Locker, Fila, Vivienne Westwood, Freitag e Candiani Denim. In particolare l’irriverente, audace e ribelle di natura Vivienne Westwood porterà alla kermesse milanese il suo impegno sociale attraverso un’installazione che, tra alberi e frasi famose, presenta le Slogan Tee, a partire dal famosissimo:“buy less, choose well, make it last” che in italiano vuol dire “compra meno, scegli meglio e fallo durare”, e anche la co-lab 24 Bottles x Vivienne Westwood. Sia le t- shirt, sia le 24 Bottles con la serigrafia di Vivienne saranno in vendita alla fiera.

Converse, invece, ha selezionato giovani creativi con due elementi in comune: rinnovamento creativo ed eco-sostenibilità. Da qui la scelta di coinvolgere i due artisti Red e ApJp. Rediet, durante la giornata del 15 giugno, farà una performance nello spazio Converse, creando una tela da scampoli di canvas di vecchie Chuck Taylor e plastica cestinata.

Candiani Denim sarà presente con un pop up store, che riprende il messaggio dell’appena inaugurato negozio milanese e che vuol essere uno spazio di divulgazione del denim. Il mondo del jeans sarà protagonista al Wsm anche attraverso la rinnovata partecipazione di Evan Rossel e Dee Rosse con il progetto artistico Hairy fools & Rosse, dove si esibiranno in performance live di action painting, sia su un wall allestito per l’occasione, sia sul denim di Candiani.

Presente anche il brand svizzero Freitag, nato nel 1993 dai due graphic designer Markus e Daniel Freitag, che crea borse e accessori utilizzando vecchi teloni di camion, camere d’aria usate e cinture di sicurezza, porta all’evento un workshop sulla sua borsa Miami Vice. I visitatori potranno scegliere e far realizzare l’iconica shopping bag optando tra i materiali presentati dal marchio elvetico, e poi verrà realizzata live.

Prosegue anche per questa edizione la partnership di White con Fashion revolution e Marina Spadafora, iniziata con Give a fok-us nel febbraio 2019. Nel Tortona district una lounge dedicata aprirà una finestra sul primo movimento globale dedicato alla moda sostenibile.

Il collettivo olandese, presente grazie al sostegno dell’ambasciata e del Consolato generale del Regno dei Paesi Bassi, metterà in scena micro-mondi sostenibili, come quello di Gumshoe & Xplct Studio, le cui suole delle scarpe sono ricavate dalla gomma da masticare raccolta e riciclata o Flocus, che attiva l’attenzione sulle tinture ricavate da microorganismi. Maium racconta i suoi impermeabili prodotti con la plastica riciclata delle bottiglie, mentre M-Bag crea borse da bicicletta, per incentivare l’uso di questo ecologico mezzo di trasporto. Fashion for good è, invece, una piattaforma globale per l’innovazione della moda sostenibile. "Siamo felici di collaborare con Wsm", ha sottolineato il console generale, Johan O. Verboom. "Rappresenteremo i Paesi Bassi con una serie di belle etichette come Maium, M-Bag, Flocus, Fashion for Good e Gumshoe. Attraverso loro, vogliamo dare ispirazione a imprese e consumatori per contribuire a un futuro più giusto e sostenibile della moda".

Foto: Freitag e Vivienne Westwood, dall'ufficio stampa White
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO