• Home
  • News
  • Fiere
  • Wsm sarà online dal 16 al 18 gennaio

Fiere

Wsm sarà online dal 16 al 18 gennaio

Scritto da Isabella Naef

22 dic 2020

White lancia Wsm digital, un progetto online con focus sulla sostenibilità e sul mondo dell’artigianalità evoluta presentando 40 collezioni uomo e unisex. La kermesse online andrà in scena dal 16 al 18 gennaio, durante Milano moda uomo, in agenda dal 15 al 19 gennaio 2021, con 5 sfilate fisiche e 32 contenuti digitali.

Wsm Fashion Reboot, format di White sull’innovazione sostenibile, è un progetto realizzato con il supporto di Maeci e Ice Agenzia e grazie alla partnership con Confartigianato Imprese.

Bizzi: "in questo momento storico il ruolo di noi organizzatori è di supportare le aziende piccole e medie, anche attraverso la promozione digitale"

L’edizione online punta su due macro-temi: sostenibilità e artigianalità evoluta. "Grazie a un'importante attività di scouting mirato sulla piattaforma di Wsm-White saranno presentate circa 40 realtà fashion con Dna artigiano e sostenibile, che rappresentano la nuova frontiera dell’artigianalità moderna in cui sono importanti le tecniche di produzione e il fatto a mano, rivisitato con nuove tecnologie o con un approccio più moderno al prodotto e all'immagine", si legge in una nota degli organizzatori.

Nel dettaglio, il brand mix di Wsm digital comprende marchi di ricerca italiani di moda uomo o gender fluid in cui la sostenibilità si coniuga con un'estetica ricercata, spaziando dall’abbigliamento al vasto mondo degli accessori.

"Parte importante del progetto è proprio il match making con i buyer che saranno accompagnati sulla piattaforma online per visionare le collezioni delle aziende selezionate e potranno fissare in tempo reale i loro appuntamenti. Inoltre, per agevolare al massimo il coinvolgimento dei compratori, la piattaforma di Wsm- White sarà collegata a quella di Ice “365 smart” per dare ulteriore possibilità di comunicazione a tutte le pmi on board" prosegue la nota.

Diversi i partner coinvolti nel progetto tra cui Fashion Revolution Italia, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, Fondazione Cologni dei mestieri d’arte, Idee Brand platform attraverso il proprio progetto Sustainable brand platform (Sbp) nuova piattaforma che, tramite un algoritmo di propria creazione e tecnologia blockchain, offre una valutazione ambientale ed etica dei brand emergenti a livello internazionale, connettendoli con i buyer, fino a The Sustainables.

“E’ dall’incontro tra tecnica, visione e nuove tecnologie che sono, nella storia, emerse soluzioni innovative che hanno rivoluzionato sistemi e scuole di pensiero. Oggi viviamo in un momento storico in cui siamo chiamati a incentivare quest’incontro, per mettere in discussione lo status quo non Più sostenibile del fashion system”, ha sottolineato Matteo Ward, co-founder del brand Wråd e direttore artistico di Wsm.

“In questo particolare momento storico il ruolo di noi organizzatori è di supportare con tutti i mezzi le aziende piccole e medie, anche attraverso la promozione digitale. Oltre a Wsm, stiamo lavorando alla prossima edizione di White in presenza, dal 25 al 28 febbraio 2020, che prevede un innovativo format digital e fisico che stiamo implementando in questi mesi", ha aggiunto Massimiliano Bizzi, founder di White specificando che la kermesse ha dimostrato a settembre come il proprio format phygital sia stato in grado di riscuotere il successo da parte degli operatori e dei propri clienti.

"Stiamo inoltre studiando azioni concrete, da gennaio a marzo 2021, per supportare le aziende durante questa campagna vendita, che sarà il preludio della ripresa in vista della edizione di settembre 2021 in cui è atteso il grande rilancio del sistema moda e della intera economia", ha concluso Bizzi.

“L’iniziativa che Confartigianato ha realizzato con White, grazie al supporto di Maeci e Ice Agenzia, consente di esaltare il valore artigiano delle imprese della moda italiana: 79mila aziende che danno lavoro a oltre 700mila addetti. Un patrimonio di creatività, talento, eccellenza manifatturiera che unisce competenze tradizionali e spinta innovativa e rende le produzioni made in Italy uniche e inimitabili nel mondo. Un esempio di sostenibilità economica, sociale e ambientale che Confartigianato è orgogliosa di rappresentare”, ha affermato il presidente di Confartigianato, Marco Granelli.

Foto: Wrad, dall'ufficio stampa White Milano