• Home
  • News
  • Moda
  • Acquisti di lusso: il 56 per cento decide online

Acquisti di lusso: il 56 per cento decide online

Scritto da Isabella Naef

7 ott 2021

Moda

Pexels, Andrea Piacquadio

Nonostante gli italiani preferiscano ultimare l’acquisto di prodotti o servizi di lusso offline, l’online gioca un ruolo chiave per le griffe nella fase centrale del processo d’acquisto, cioè quella della valutazione del prodotto e quella della decisione rispetto a varianti simili e sostitutive. Dati alla mano: il 56 per cento degli individui afferma che preferisce l’online perchè riesce a visionare e valutare l’intero catalogo di un brand rispetto alla selezione presente in negozio. Il 53 per cento degli intervistati predilige il sito del brand, mentre coloro che preferiscono le piattaforme di ecommerce posizionano al primo posto Yoox (15 per cento), poi LuisaViaRoma (9 per cento) e Farfetch (8 per cento).

Il 56 per cento afferma che preferisce l’online perchè riesce a visionare e valutare l’intero catalogo di un brand rispetto alla selezione presente in negozio

Questi i dati derivanti da un’indagine di XChannel, società in Italia specializzata in strategia di marketing crosscanale con sede a Milano e Barcellona. La società ha realizzato un Osservatorio sul Lusso per svelare l’immaginario e i comportamenti dei consumatori quando si tratta di acquistare sui canali online e offline. Il team di XChannel ha preso in esame un campione omogeneo di individui italiani, donne e uomini, di tutte le generazioni.

Nel dettaglio, il 51 per cento degli intervistati fa parte della generazione Z o di quella dei Millennials. Metà del campione statistico ha un range d’età compreso tra i 20 e i 34 anni. Sempre secondo i dati analizzati per il 59 per cento degli intervistati un bene di lusso è un prodotto che costa più di 1000 euro, mentre il 41 per cento stabilisce il prezzo di un prodotto o servizio di lusso tra i 200 e i 999 euro.

Gli individui preferiscono ancora acquistare beni di lusso in-store: il 93,8 per cento degli intervistati ha risposto che preferisce comprare offline. Per gli esperti di XChannel sono tre i motivi principali di questa tendenza: il prodotto, la customer experience e la sicurezza. Il 68 per cento pensa sia imprescindibile toccare il prodotto con mano. Il 36 per cento si sente più sicuro a completare un acquisto di un bene di lusso in negozio piuttosto che procedere ad una transazione online. Il 34 per cento gradisce l’assistenza di una shopping assistant che accompagni l’acquirente in tutto il processo di acquisto.

Gli utenti sono comunque più che pronti a transare anche online, secondo l’Osservatorio XChannel. Quando lo fanno, il 67 per cento degli individui è disposto a spendere online per un bene di lusso fino a 1000 euro. Le variabili che hanno maggior impatto sull’utente che acquista lusso online sono tre: la possibilità di reso (35 per cento), la sostenibilità del brand (18 per cento) e, infine, la notorietà della marca (16 per cento). “Gli individui sono disposti a comprare online beni di lusso, a patto che i brand facciano sempre più leva su tre aspetti fondamentali: contenuti, sicurezza e sostenibilità. Per offrire una customer experience a 5 stelle, è necessario che i lux-brand investano su contenuti creativi d’avanguardia e che facciano percepire l’human-touch anche online”, hanno sottolineato, in una nota, gli esperti di XChannel.

“Gli acquirenti chiedono sicurezza: non basta la riconoscibilità del marchio, è bene che il brand espliciti l’affidabilità della transazione. Questo concetto dovrebbe essere stressato sulle piattaforme di luxury ecommerce come un forte plus per una shopping experience esclusiva e sicura. Inoltre, la trasparenza sui processi produttivi e i materiali utilizzati sono diventati aspetti fondamentali per gli acquirenti. Otterranno un vantaggio competitivo i brand leader del cambiamento sostenibile, utilizzando anche le nuove risorse di tracciabilità, come blockchain”, ha spiegato Lisa Volonterio, creative and innovation strategist di XChannel.

La società di marketing, infine, osserva che nll’ambito del lusso, gli influencer rappresentano non solo un modo per aumentare la brand awareness, ma anche uno strumento per potenziare l’impatto transazionale. Il 30 per cento degli intervistati ha dichiarato che le collaborazioni tra brand e influencer hanno influenzato il loro processo di acquisto e più del 20 per cento ha acquistato un prodotto di lusso dopo averlo visto indossato da un influencer.