Alibaba alla fashion week di New York presenta i risultati dei suoi investimenti nei big data

New York. Negli ultimi mesi, il colosso dell’ecommerce cinese ha incrementato gli investimenti nel settore dell’intelligenza artificiale (Ia) e dei big data. Alibaba ha fatto ricorso all’intelligenza artificiale per creare chatbot per il servizio clienti, migliorare la raccomandazione di prodotti ai clienti e utilizzare droni e robot a scopi logistici, ricorda ‘Yahoo Finanza’.

Questa settimana, un gruppo di designer cinesi che collaborano con il negozio online presenta alla settimana della moda di New York le proprie collezioni, create sulla base dei dati raccolti a partire da miliardi di acquisti online di capi d’abbigliamento effettuati su Alibaba dai 674 milioni di clienti attivi ogni anno sul sito, come spiegato da Alibaba in una comunicazione aziendale all’inizio del mese.

Alibaba ritiene che l’uso dell’intelligenza artificiale aiuterà i designer ad anticipare le tendenze nel mondo della moda di sei mesi

Secondo Alibaba, i dati ottenuti dai clienti possono aiutare i designer a guardare sei mesi nel futuro. In un periodo in cui le tendenze sono sempre più in rapida evoluzione, questa possibilità porterebbe ad Alibaba un enorme vantaggio sui concorrenti che fanno affidamento esclusivamente sull’immaginazione.

Gli analisti hanno recentemente sottolineato che il potenziale successo di Alibaba con l’Ia potrebbe essere un importante fattore di differenziazione dell’azienda rispetto al suo diretto concorrente Tencent.

A tal proposito, James Lin, responsabile del settore moda presso Alibaba Nord America, ha raccontato al Nikkei Asian Review in che modo l’azienda ha “utilizzato i big data per aiutare questi designer a concentrarsi su un numero limitato di tendenze intorno alle quali costruire le proprie collezioni”. “Basandoci su ciò che i nostri clienti cercano o desiderano acquistare, possiamo aiutare i designer a creare collezioni appetibili per una clientela molto vasta”, ha aggiunto.

Vale la pena ricordare che Alibaba è stata la prima azienda a creare un negozio di abbigliamento basato sull’Ia che utilizza elementi quali “specchi intelligenti” e “cartellini intelligenti” per fornire informazioni ai clienti e raccogliere dati, nonché per rendere l’esperienza d’acquisto più comoda e agevole.

Alibaba ha iniziato a investire nell’IA nel 2013, quando ha concluso un accordo con Xiao-I, un’azienda specializzata in chatbot. Partendo dalla tecnologia audio, Alibaba ha poi esteso l’uso di simili tecnologie a settori quali gestione dei dati e knowledge graph nel 2014. Tmall Genie, lo speaker intelligente nato nei laboratori di Alibaba dedicati all’IA, ha debuttato ufficialmente nel 2017 grazie a numerosi investimenti in aziende specializzate in tecnologie audio, dati e robotica.

Questo articolo è stato precedentemente pubblicato su FashionUnited Uk.

Foto: Tmall China Cool, collezione primavera 2020 alla settimana della moda di New York

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO