• Home
  • News
  • Moda
  • Amazon: al via le consegne con i droni e i furgoni elettrici

Amazon: al via le consegne con i droni e i furgoni elettrici

Scritto da Isabella Naef

14 nov 2022

Moda

Amazon media centre
Amazon punta su nuovi sistemi robotici e sui droni Prime Air per migliorare le operazioni per dipendenti e clienti.Il drone potrà consegnare pacchi di peso inferiore a 2 chili e mezzo in meno di un’ora dal momento del click.

L'obiettivo è raggiungere 500 milioni di pacchi consegnati con l’utilizzo di droni a decine di milioni di clienti all’anno, entro la fine di questo decennio, incluse anche aree altamente popolate come Boston, Atlanta e Seattle.

La settimana scorsa i team di Amazon che si occupano di robotica e consegne hanno presentato le novità durante l'evento inaugurale Delivering the Future presso i laboratori di innovazione e lo stabilimento di produzione di robotica vicino a Boston, nel Massachusetts. Numeri alla mano, l'anno scorso i dipendenti Amazon hanno raccolto, imballato e stivato oltre 5 miliardi di pacchi evadendo così 13 milioni di ordini al giorno.

Entro la fine del 2022 i clienti di Lockeford, in California, e College Station, in Texas, sperimenteranno le consegne via drone

Delivering the Future "si basa sull'idea che quando le persone e la tecnologia lavorano in armonia, accadono grandi cose. È un futuro che ci impone di investire nelle nostre persone e nelle loro competenze e in cui dobbiamo far progredire la scienza di base rimanendo pratici su come la tecnologia possa servire al meglio i nostri dipendenti, partner e clienti. Questo si concretizza in molte forme, sia che si tratti di migliorare il modo in cui selezioniamo, imballiamo e smistiamo gli articoli, sia che si tratti di gestire un'esperienza di consegna per i clienti e gli autisti che sia sicura, affidabile e sostenibile", ha spiegato il management in una nota.

Una parte fondamentale del processo di evasione avviene quando i dipendenti selezionano l'inventario, prima ancora che gli articoli vengano imballati per la spedizione ai clienti; una volta che gli articoli sono stati inscatolati, i bracci robotici esistenti, come Robin e Cardinal, possono gestire i pacchi nel magazzino prima che inizino il viaggio di consegna. "Abbiamo intravisto l'opportunità di sviluppare una nuova tecnologia per supportare la gestione dei singoli prodotti durante la fase di evasione, ed è per questo che abbiamo introdotto Sparrow, il nostro ultimo sistema robotizzato che migliora significativamente la gestione degli articoli e il modo in cui i bracci robotici possono essere utilizzati nelle nostre operazioni. Sparrow è il primo sistema di movimentazione robotizzata nei nostri magazzini in grado di rilevare, selezionare e spostare i singoli prodotti presenti nell'inventario. Sfruttando la visione computerizzata e l'intelligenza artificiale, Sparrow è in grado di riconoscere e gestire milioni di articoli", si legge nella nota.

Il drone di nuova generazione sostituirà quello che prenderà servizio nei prossimi mesi, è più piccolo e leggero, ma anche più silenzioso. A bordo un sistema proprietario di rilevamento degli ostacoli, che Amazon definisce fra i migliori al mondo. Il nuovo drone per le consegne di avrà un raggio d'azione maggiore, una maggiore tolleranza alle temperature e la capacità di volare in caso di pioggia leggera, consentendo ai clienti di scegliere più spesso la consegna tramite drone. I droni, inoltre, saranno capaci di identificare oggetti e ostacoli e di prendere la decisione di evitarli, in modo efficace e saranno anche capaci di comprendere se vi sono persone o animali presso il sito di destinazione al momento della consegna.

Previsti 100.000 veicoli elettrici per le consegne entro il 2030

Intanto, già a entro la fine del 2022 i clienti di Amazon di Lockeford, in California, e College Station, in Texas, potranno sperimentare le consegne via drone. Il nuovo drone Mk30X è il 25 per cento più silenzioso di quello attualmente utilizzato (il modello Mk27-2). In servizio dal 2024, il nuovo drone sarà più leggero e più piccolo dell'MK27-2, ovvero il drone che effettuerà le prime consegne a Lockeford e College Station. La maggiore portata dell'MK30, la maggiore resistenza alla temperatura, le caratteristiche di sicurezza e la sua nuova capacità di volare sotto la pioggia leggera consentiranno ai clienti di scegliere più frequentemente la consegna con i droni, assicura il management nella nota.

L'obiettivo è di raggiungere 500 milioni di pacchi consegnati con l’utilizzo di droni a decine di milioni di clienti all’anno, entro la fine di questo decennio, incluse anche aree altamente popolate come Boston, Atlanta e Seattle.

Una parte fondamentale del processo di evasione avviene quando i dipendenti selezionano l'inventario, prima ancora che gli articoli vengano imballati per la spedizione ai clienti. Una volta che gli articoli sono stati inscatolati, i bracci robotici esistenti, come Robin e Cardinal, possono gestire i pacchi nel magazzino prima che inizino il viaggio di consegna. Sparrow è l'ultimo sistema robotizzato che migliora la gestione degli articoli e il modo in cui i bracci robotici possono essere utilizzati nelle operazioni. Sfruttando la visione computerizzata e l'intelligenza artificiale, Sparrow è in grado di riconoscere e gestire milioni di articoli. Lavorando a fianco dei dipendenti, Sparrow si occuperà di compiti ripetitivi, consentendo loro di concentrare il proprio tempo e le proprie energie su altre cose, e al contempo di migliorare la sicurezza, aggiunige il management di Amazon.

Per quanto riguarda i furgoni, invece, l'azienda utilizza una nuova tecnologia chiamata Fleet Edge, un computer di bordo, una telecamera per la visione della strada e un dispositivo Gps che raccoglie immagini della strada per aggiornare le informazioni sulla strada nel software di mappatura, fornendo agli autisti che consegnano i pacchi i dati di percorso più aggiornati. "Abbiamo già aggiunto più di 120.000 nuovi segnali al sistema di mappatura di Amazon utilizzando Fleet Edge. Grazie a queste tecnologie combinate, stiamo creando un'esperienza più sicura per gli autisti ed eliminando l'impronta di carbonio nelle comunità in cui effettuiamo le consegne", racconta il management.

Nel dettaglio, i veicoli elettrici personalizzati Rivian supportano il lavoro degli autisti delle aziende partner per i servizi di consegna (Dsp) e riducono le emissioni di Co2 nelle aree in cui vengono utilizzati per le consegne. Grazie all'impegno annunciato di mettere in circolazione tutti i 100.000 veicoli elettrici per le consegne entro il 2030, Amazon eliminerà milioni di tonnellate di Co2 all'anno.

Courtesy of Amazon
Furgone elettrico, courtesy of Amazon
AMAZON
droni
ECOMMERCE
Robot