• Home
  • News
  • Moda
  • Arriva la collezione Diesel Library: genderless e sostenibile

Arriva la collezione Diesel Library: genderless e sostenibile

Moda

Foto: Diesel, dall'ufficio stampa
Scritto da Isabella Naef

11 mag 2021

Il marchio Diesel e il suo direttore creativo Glenn Martens annunciano, attraverso una nota, "il prossimo capitolo del brand nel suo importante progetto di sostenibilità, For responsible living: Diesel Library, un nuovo concetto per il denim".

In arrivo per la primavera/estate 2022, Diesel Library adotta un approccio di design genderless, rappresenta una nuova strategia responsabile per la core category dell'etichetta che fa capo a Renzo Rosso: il denim.

La collezione sarà caratterizzata da materiali a basso impatto, come fibre organiche e riciclate

Un'anteprima della prima collezione Diesel Library sarà visibile durante il primo fashion show di Glenn Martens a giugno. I capi saranno disponibili in alcuni store del marchio, sul sito del brand e in alcuni multimarca nel mondo a partire da novembre 2021.

Diesel Library, prosegue la nota, rappresenta una nuova filosofia moderna per il denim, offrirà un'ampia gamma di capi in denim sempreverdi e di lunga durata non solo 5 tasche ma anche giacche, top, gonne e altro, con il 50 per cento della collezione complessiva pensata per rimanere stagione dopo stagione, con una presenza permanente sugli scaffali dei negozi e per un guardaroba senza tempo.

Attraverso il lancio di questa collezione, il marchio rafforza il suo impegno per l'innovazione e l'esplorazione di nuove tecniche di produzione per creare capi in denim desiderabili, durevoli e di qualità.

Questi capi saranno realizzati utilizzando fibre, lavaggi e trattamenti selezionati sulla base di un utilizzo efficiente e responsabile delle risorse.

Tessuti caratterizzati da materiali a basso impatto, come fibre organiche e riciclate, trattamenti eseguiti con tecniche innovative che riducono notevolmente l'utilizzo di acqua fino al 90 per cento in alcuni casi e ridimensionando drasticamente l’utilizzo di prodotti chimici caratterizzeranno la collezione. Per quanto riguarda le finiture le toppe in pelle sono tinte senza cromature; i bottoni in metallo hanno trattamenti non zincati; le etichette interne sono realizzate con materiali riciclati; le finiture cellulosiche, inclusi cartellini e tasche, sono realizzate con materiali certificati Fsc.

Tutte le caratteristiche di cui sopra, ha aggiunto il management in una nota, saranno tracciate tramite un Qr code stampato sul cartellino attaccato a ogni capo della Diesel Library. "In questo modo ogni capo sarà dotato di un passaporto digitale che garantisce ai consumatori di accedere a una pagina web dedicata dove potranno approfondire tutte le caratteristiche “responsabili” di ogni singolo articolo", spiega l'azienda.

Ai primi di maggio Otb, cui fa capo il marchio Diesel, ha confermato il presidente Renzo Rosso, l’amministratore delegato Ubaldo Minelli, e il consigliere Stefano Rosso. Arabella Ferrari e Carlo Purassanta sono due nuovi membri indipendenti del consiglio di amministrazione.

Read more about Diesel on the brandpage: fashionunited.com/companies/diesel