Asos sceglie taglie e modelli diversi per presentare la collezione

"Finalmente i capi indossati da modelle con taglie e conformazione diversa!" Questo il tenore dei commenti su Twitter delle clienti inglesi di Asos, soddisfatte dell'utilizzo di una più ampia gamma di modelli con diversi tipi di ragazze per mostrare le ultime collezioni.

Insomma, dopo lo sdoganamento delle modelle plus size sui mensili patinati della moda, gli etailer hanno pensato che, per andar incontro ai consumatori, sia necessario mostrare come realisticamente gli abiti possano stare su di loro.

Asos ha così suscitato il plauso delle clienti su Twitter

Il rivenditore online, popolare tra i millennial, ha così optato per scatti di prodotto che includano modelli di varie taglie che indossano lo stesso capo, piuttosto che per una sola foto. L'idea è di aiutare i consumatori a visualizzare l'aspetto del capo in base al tipo di corpo.

L'etailer è noto anche per non utilizzare il photoshopping e per la varietà di offerta: dalle collezioni per persone minute, a quelle curvy, fino agli abiti per la maternità.

Le vendite di Asos sono cresciute del 30 percento (+28 percento a cambi costanti) nel periodo chiuso il 31 dicembre 2017, a quota 790,4 milioni di sterline. Le vendite in Uk sono cresciute del 23 percento, a quota 300,9 milioni di sterline.

"Sono lieto di segnalare questa buona performance, sono contento del buon risultato raggiunto nel Regno Unito e che i programmi tecnologici del nostro ecommerce siano stati efficaci, raggiungendo un numero di vendite online da record", ha sottolineato lo scorso gennaio, Nick Beighton, ceo del gruppo Asos.

I clienti attivi nel periodo chiuso il 31 dicembre sono cresciuti del 19 percento e il valore medio del carrello per ciascun acquisto è risultato in aumento del 3 percento.

Foto: Asos website
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO