Benetton Group tra le aziende detox nell’industria dell’abbigliamento

Nel suo ultimo report “Destination Zero – Seven Years of Detoxing the Clothing Industry”, Greenpeace ha nominato Benetton tra le aziende di moda che stanno guidando il cambiamento verso l’eliminazione di sostanze chimiche inquinanti dai suoi processi produttivi, insieme a H&M, Inditex e Fast Retailing.

Il risultato segue una serie di iniziative concrete che l’azienda veneta ha implementato dal 2013, quando il Gruppo ha accettato la sfida della campagna “Detox my Fashion” di Greenpeace e si è impegnato a eliminare le sostanze chimiche pericolose derivanti dalla produzione di abbigliamento.

“Il risultato conferma anche i risultati raggiunti da Benetton nel 2016, quando Greenpeace ha nominato l’azienda tra i leader globali della sfilata Detox, e nel 2017, quando è stato raggiunto l’obiettivo di pubblicare l’80 percento degli esiti relativi ai test svolti sulle acque di scarico dei nostri fornitori coinvolti nei cosiddetti wet processes”, ha sottolineato Benetton in una nota.

L’ultimo riconoscimento è un incentivo a continuare a perseguire il Detox Commitment, l’impegno a eliminare tutte le sostanze chimiche nocive dai prodotti e processi entro il 2020, e a guidare l’industria della moda nel percorso che va verso la riduzione dell’impatto ambientale di tutti i suoi processi.

Foto: Benetton