• Home
  • News
  • Moda
  • Camera moda presenta il calendario della Digital fashion week di luglio

Moda

Camera moda presenta il calendario della Digital fashion week di luglio

Scritto da Isabella Naef

29 giu 2020

La prima settimana della moda digitale di Milano parte il 14 luglio con Msgm, Magliano, Plan C, Valextra, Prada, Alberta Ferretti, Vivetta, Edithmarcel, Philippe Plein. Dal 14 al 17 luglio i marchi in calendario presenteranno le collezioni uomo e pre-collezioni uomo e donna primavera/estate 2021.

Etro, Dolce&Gabbana e Fabio Quaranta sfileranno, tra gli altri, il 15 luglio

Milano digital fashion week si articola su quattro giorni di appuntamenti live fruibili 24 ore su 24,coprendo diversi fusi orari, compreso quello americano, grazie alla testata internazionale The New York Times, streaming partner ufficiale della Milano fashion week.

Milano digital fashion week si articola su quattro giorni di appuntamenti live fruibili 24 ore su 24

Il 15 luglio sarà la volta di Etro, Les Hommes, Mtlstudio MatteoLamandini, Fabio Quaranta, Apn73, M1992, United Standard, Sunnei, Serdar, Dolce&Gabbana.

Il 16 luglio toccherà a Simona Marziali- Mrz, Ermanno Scervino, Philosophy di Lorenzo Serafini, Salvatore Ferragamo, Tod's, DSquared2, Han Kjoebenhavn, Numero 00 e David Catalan.

Venerdì 17, infine, sarà la volta delle presentazioni della collezioni di Eleventy, Children of the Discordance, Jieda, Federico Cina, Gall, Andrea Pompilio, Gucci, Ermenegildo Zegna e Missoni.

Oggi, con una nota, Camera nazionale della moda italiana, ha reso pubblico il calendario della prima edizione di Milano digital fashion week. "Per la prima volta nella sua storia, Cnmi sperimenta una formula altamente innovativa, attraverso un portale digitale live, per raccontare la moda in maniera inaspettata, creando un luogo virtuale dove incontrarsi, scoprire le novità di stagione, confrontarsi con i temi più significativi della scena contemporanea", si legge nel comunicato.

“Siamo stati precursori della digitalizzazione della fashion week nel febbraio scorso quando, con l’iniziativa China We are with you, abbiamo creato un ponte digitale che permettesse di vivere le sfilate agli operatori e al pubblico cinese, allora impossibilitato a muoversi a causa della nascente emergenza Covid-19", ha sottolineato Carlo Capasa.

"Forti di quell’esperienza, presentiamo oggi un progetto rivoluzionario nella capacità di aprirsi a quella nuova audience trasversale che forma la community della moda: un pubblico che affianca agli addetti ai lavori i fruitori finali, spesso giovani che vivono la moda come un idioma di immagini e a cui Cnmi si propone in quanto autorevole fashion translator del linguaggio fluido della società e della creatività", ha aggiunto Capasa.

Per la realizzazione della piattaforma digitale, Cnmi si è avvalsa delle competenze di Accenture, società di consulenza attiva a livello mondiale, che ha disegnato e sviluppato l’esperienza digitale.

Foto: Camera nazionale della moda italiana