• Home
  • News
  • Moda
  • Certilogo: la verifica di autenticità è il servizio "green" più importante

Certilogo: la verifica di autenticità è il servizio "green" più importante

Scritto da Isabella Naef

16 set 2022

Moda

Courtesy of Certilogo
In tempi di surriscaldamento globale, l'usa e getta nei consumi è passato di moda. Uno studio di ricerca condotto da Certilogo rivela, infatti, che i consumatori si aspettano esperienze e servizi che li aiutino a contribuire attivamente a coltivare relazioni e abitudini sostenibili con i marchi e i prodotti che amano.

Le evidenze emerse dallo studio di ricerca condotto su un campione di circa mille consumatori che hanno utilizzato il servizio di connessione digitale segnalano un insieme di nuovi comportamenti e aspettative inerenti la sostenibilità dei loro acquisti e il modo in cui li utilizzano. Emerge il ruolo fondamentale dei prodotti connessi nella strategia dei brand del fashion che hanno a cuore la riduzione del loro footprint ambientale.

La sostenibilità di un prodotto influenza le scelte d’acquisto, e la richiesta di trasparenza è esplicita anche da parte dei consumatori, e non solo degli enti regolatori.

Oltre 7 consumatori su 10 considerano la sostenibilità dei prodotti che acquistano importante o molto importante. Solo 1 consumatore su 10 resta indifferente di fronte all’impatto ambientale dei prodotti che compra, e i millennial sono i più attenti a fare acquisti che siano amici dell’ambiente: 3 su 4 dichiarano di preoccuparsene molto, rispetto a 6 consumatori su 10 tra i Gen Z. Lo studio evidenzia poi che il 93 per cento dei consumatori ritiene che i prodotti che offrono l’accesso a servizi legati alla sostenibilità siano utili, e 1 su 5 ritiene estremamente importanti le certificazioni "green".

Come anticipato la cultura dell’usa e getta sta passando di moda: oltre il 70 per cento dei consumatori si aspetta di recuperare in parte il valore del prodotto in una forma o nell’altra, e la rivendita sembra il metodo più popolare, come dichiarato dal 35,6 per cento dei consumatori I Gen Z sono i più inclini a rivendere i loro prodotti usati: 4 su 10 dichiarano l’intenzione di farlo, contro 3 su 10 tra i Millennial. Inoltre, i Gen Z sono due volte più propensi dei Millennial a rivendere i loro acquisti moda invece di scambiarli o donarli in beneficienza. Infine, il 19,1 per cento dei consumatori dichiara di voler scambiare il prodotto con altri articoli di valore simile e il 16,3 per cento afferma che restituirebbe più volentieri il prodotto al brand produttore affinchè lo ricicli, in cambio di un riconoscimento del suo valore in qualche forma

"Sapere che un prodotto è autentico e legittimo è fondamentale per i consumatori. Infatti, considerano l’autenticazione come il servizio di sostenibilità più utile in assoluto quando si collegano a un prodotto connesso", spiegano, ancora, gli esperti di Certilogo.

Il 70 per cento dei consumatori considera la verifica di autenticità come il servizio "green" più importante di tutti. "Solo un prodotto originale certificato può fornire le dovute garanzie circa la sua sostenibilità, mentre il footprint di un prodotto contraffatto realizzato illecitamente non è sostenibile per definizione", sottolinea il management, in una nota, aggiungendo che tutti questi nuovi comportamenti dall’impronta ‘green’ possono essere sfruttati in maniera lungimirante dai brand per creare una relazione nuova, vera e reciprocamente proficua con i loro clienti.

Insomma, per massimizzare sostenibilità e rilevanza, i marchi devono superare i confini dello storytelling, offrire esperienze che vadano oltre il racconto delle iniziative green, e riconoscere il ruolo fondamentale che i consumatori devono giocare per ridurre l’impatto sociale e ambientale dell’industria del fashion. Significa ripensare la shopping experience radicalmente, arricchendola con servizi tangibili e fruibili legati alla sostenibilità.

Certilogo
Sostenibilita