Confindustria moda e Mittelmoda insieme per i giovani talenti

La formazione professionale resta un tema cruciale anche per il settore della moda, tant'è che ieri, a Milano, Confindustria moda, la Federazione confindustriale italiana che raggruppa le aziende del tessile, moda e accessorio, e Mittelmoda International Lab hanno siglato un protocollo di intesa volto alla promozione di giovani talenti, sia degli studenti in fashion design, sia delle altre professionalità necessarie al comparto, oltre che alla valorizzazione internazionale del made in Italy.

Nel comparto della moda nei prossimi due anni ci sarà spazio per oltre 50mila risorse

L'accordo. siglato da Claudio Marenzi, presidente di Confindustria moda, e da Matteo Marzotto, presidente di Mittelmoda International Lab, prevede la promozione e realizzazione di alcune iniziative sinergiche volte a valorizzare al meglio a livello nazionale e internazionale giovani talenti del settore.

Tra le iniziative figura il concorso internazionale "International Lab of Mittelmoda - The Fashion Award", giunto alla sua 26esima edizione, che ogni anno coinvolge oltre 650 scuole e accademie di moda di 60 nazioni e che, a partire da quest'anno, avrà anche speciali focus su borse, scarpe, occhiali, accessori, tessuti e materiali, oltre che sui tradizionali prodotti di abbigliamento e maglieria.

"In un comparto in cui nei prossimi due anni si creerà un fabbisogno di nuovi occupati superiore alle 50mila unità, l'accordo ha l'intento di consolidare ulteriormente i rapporti tra imprese e istituzioni formative (a tutti i livelli) e accrescere il ruolo internazionale del made in Italy, favorendo i giovani talenti in tutte le filiere della catena del valore del fashion system italiano", si legge in una nota congiunta.

Secondo i dati contenuti nel Bollettino Excelsior di marzo, la difficoltà di reperire profili professionali da parte delle imprese è ancora piuttosto elevata: interessa, infatti, il 28 per cento delle entrate previste a marzo. Nel dettaglio, è difficoltoso trovare il 42,5 per cento degli operai specializzati, il 40,6 per cento dei manager e delle professioni intellettuali scientifiche e a elevata specializzazione e il 37,9 per cento delle professioni tecniche.

Dal confronto con le previsioni dello stesso periodo dell’anno precedente, a marzo risultano in crescita le assunzioni dei settori del manifatturiero e, in particolare, quelle delle industrie metallurgiche (+2,6mila), della meccatronica (+2,6mila) e delle industrie tessili, dell’abbigliamento e calzature (+1,6mila).

Quanto al concorso "International Lab of Mittelmoda - The Fashion Award", gli studenti potranno inviare le candidature e iscriversi al concorso entro il 15 maggio sul sito di Mittelmoda.

La premiazione avverrà a Milano il 16 settembre, in occasione della prossima edizione del Micam.

"L'obiettivo di questa partnership con l'associazione Mittelmoda è quello di attrarre nuovi talenti, premiandone la creatività e l'impegno con uno dei più prestigiosi premi del settore a livello internazionale e continuare a mantenere grande un settore che è orgoglio del Paese", ha sottolineato Marenzi.

“Il l legame con il mondo della produzione rafforza ulteriormente un brand che da 26 anni è impegnato a mantenere vivo il contatto con le scuole di moda di tutto il mondo, in un dialogo continuo, ricco di innovazione e di sensibilità creativa. Un appuntamento ormai tradizionale e di forte respiro internazionale per tutti gli specialisti di fashion scouting", ha aggiunto Matteo Marzotto.

Foto: Matteo Marzotto (a sinistra) e Claudio Marenzi, dall'ufficio stampa Confindustria moda
 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO