• Home
  • News
  • Moda
  • Farfetch pubblica il suo primo Conscious luxury trends report

Farfetch pubblica il suo primo Conscious luxury trends report

Moda

Scritto da Isabella Naef

27 apr 2021

L'etailer del lusso Farfetch ha pubblicato il suo primo Conscious luxury trends report per aiutare i clienti a effettuare acquisti in maniera più responsabile. Inoltre, la società ha rilasciato una versione aggiornata del Fashion footprint tool, strumento che permette ai consumatori di ridurre l'impatto di ciascun acquisto.

Insomma, in questo modo, la piattaforma di capi di lusso Farfetch prende atto del fatto che il comportamento dei consumatori è cambiato "significativamente" nel 2020 durante la pandemia da Covid-19 e che in molti stanno cercando di fare acquisti più consapevoli.

Il servizio di rivendita Second life è aumentato del 527 per cento anno su anno

"La consapevolezza dei consumatori sta guidando la trasformazione", ha spiegato Farfetch nel suo primo rapporto annuale Conscious luxury trends, che ha esaminato come i consumatori di lusso stiano acquistando in modo più responsabile. I risultati rivelano che la vendita di prodotti consapevoli è cresciuta 3,4 volte più velocemente rispetto alla media del mercato nel corso del 2020, aiutata dalla sua "offerta più ampia e dal maggiore interesse dei consumatori".

Il Messico ha sperimentato la crescita più forte a livello globale nello shopping consapevole

Anche il traffico verso le pagine dedicate alla sostenibilità e agli acquisti consapevoli è quadruplicato di anno in anno e, in seguito alla pandemia, c'è stato un aumento importante nell'uso del filtro di sostenibilità per trovare marchi responsabili. Farfetch ha anche sottolineato che il Messico ha sperimentato la crescita più forte a livello globale nello shopping consapevole, con una crescita del 341 per cento anno su anno. I Paesi asiatici hanno dimostrato un approccio innovativo, adottando, spesso, i marchi consapevoli emergenti prima del resto del mondo.

Anche le iniziative di moda circolare stanno crescendo, ha aggiunto l'etailer, grazie al suo servizio di rivendita Second life che è aumentato del 527 per cento anno su anno. Anche le vendite e le visualizzazioni di articoli usati hanno visto "un'enorme crescita".

Per quanto riguarda le boutique e i marchi che si stanno attivando per soddisfare la domanda dei consumatori, Farfetch rivela che i piccoli marchi di lusso come Veja, Bode e Alighieri stanno guidando la carica in termini di pratiche consapevoli, accanto a marchi di lusso affermati come Gucci, Prada e Burberry che hanno lanciato collezioni consapevoli di successo.

La piattaforma guidata da José Neves utilizza una serie di criteri per definire i marchi "consapevoli". Questi ultimi, per esempio, devono essere realizzati con materiali riconosciuti o certificati in modo indipendente (tessuti biologici, riciclati e upcycled, o materiali cellulosici a basso impatto); essere stati creati attraverso un processo di produzione certificato, essere di seconda mano o appartenere a un marchio che ha ottenuto un buon punteggio con l'agenzia di rating etico Good on You.

Farfetch ha aggiornato il Fashion footprint tool per aiutare i consumatori ad acquistare in modo più responsabile

Insieme al rapporto, Farfetch ha anche lanciato una versione migliorata del suo Fashion footprint tool, in collaborazione con Iof.earth, che permette ai consumatori di capire facilmente l'impatto delle loro scelte di moda. Lo strumento ora consente ai clienti di vedere i risparmi ambientali delle versioni sostenibili dei materiali rispetto a quelle standard e dà ai consumatori la possibilità di vedere il potenziale risparmio ambientale ottenuto con gli acquisti pre-owned.

"Siamo lieti di lanciare il nostro primo rapporto annuale che esplora come i consumatori di lusso facciano acquisti più consapevoli e come i marchi e le boutique più importanti del mondo stiano rispondendo a questi cambiamenti. Il 2020 ha visto una rapida accelerazione dello spostamento online e, come rileva il nostro rapporto, un'impennata dei consumatori che scelgono di fare acquisti più positivi", ha sottolineato Thomas Berry, director of sustainable business dell'etailer.

"Il 2020 è stato un anno impegnativo per Farfetch, in quanto abbiamo lanciato i nostri ambiziosi impegni a lungo termine attraverso i nostri obiettivi Positively Farfetch 2030, aumentato il nostro stock di prodotti consapevoli e spinto le iniziative che supportano i nostri clienti con servizi circolari come Farfetch second life e Farfetch donate. Il nostro Fashion footprint tool aggiornato è l'ultima delle nostre iniziative per permettere ai clienti di prendere decisioni più informate su come acquistano e sull'impatto ambientale che hanno".

Nel 2020 il gross merchandise value ha superato i 3 miliardi di dollari, segnando un +49 per cento rispetto all'anno precedente.

I ricavi sono aumentati del 64 per cento, a quota 1,7 miliardi di dollari.

Foto: Farfetch media centre