• Home
  • News
  • Moda
  • Fosun Fashion Group diventa Lanvin Group

Fosun Fashion Group diventa Lanvin Group

Scritto da Isabella Naef

11 ott 2021

L’azienda cinese Fosun Fashion Group cambierà il proprio nome in Lanvin Group. Lanvin è uno dei marchi del gruppo.

Oltre alla casa di moda francese Lanvin, Fosun Fashion Group controlla le italiane Sergio Rossi e Caruso, l’austriaca Worlford, attiva nella calzetteria e nell’intimo, e il brand americano di abbigliamento femminile St. John Knits.

Fosun Fashion Group, nata nel 2017 dal conglomerato cinese Fosun International Limited, ha sottolineato in una nota, di avere due nuovi investitori strategici, il conglomerato giapponese Itochu Corporation e il produttore di calzature di lusso Stella International.

La griffe francese Lanvin, la più vecchia maison di couture francese (fondata da Jeanne Lanvin nel 1889) ancora in attività, che faceva capo per il 75 percento a una donna d’affari di Taïwan, Shaw Lan Chu-Wang, e all’imprenditore tedesco Ralph Batel, è stata venduta al gruppo cinese Fosun nel febbraio 2018.

Sergio Rossi, invece, è entrato nell’orbita del gruppo cinese lo scorso giugno. L’azienda ha acquistato il 100 per cento dello storico marchio di calzature italiano fondata nel 1951.

Precedentemente di proprietà del gruppo Gucci (ora Kering), il brand è stato poi acquisito da Investindustrial nel 2015.

“Accogliamo con favore i nostri nuovi investitori e l’alleanza strategica con ITOCHU e Stella International, insieme ai nostri altri partner, nella creazione di un ecosistema unico per guidare le sinergie e la crescita sostenibile in tutto il nostro portafoglio. Il Gruppo Lanvin si avvarrà dell’esperienza di mercato, del know-how e delle risorse di Itochu e Stella International nelle categorie delle calzature e dei tessuti di lusso per potenziare la nostra supply chain globale e le nostre capacità di distribuzione. Questo non solo permetterà ai marchi del nostro portafoglio di costruire un forte punto d’appoggio nel mercato giapponese e di ampliare la loro offerta di prodotti, ma consentirà loro anche di soddisfare la crescente domanda di lusso sia a livello globale che in Cina”, ha sottolineato, in una nota, Joann Cheng, presidente del Gruppo Lanvin.