Gant lancia una linea che salva gli Oceani

Gant, marchio sensibile al mondo marino, già sostenitore, tra gli altri, di Jean-Michel Cousteau, figlio del famoso comandante, e la sua associazione Ocean Future, continua il suo impegno attraverso una partnership con l'organizzazione Waterkeeper Alliance.

Waterkeeper, un movimento globale per la protezione e il risanamento delle acque, riunisce più di 300 organizzazioni e attira l'attenzione dei cittadini sulle questioni che interessano i corsi d'acqua, dall'inquinamento ai cambiamenti climatici.

"Nel 2017, abbiamo lanciato un progetto innovativo per contribuire a ridurre l'inquinamento dei rifiuti di plastica nei nostri oceani. Attraverso la nostra partnership con Gant, avanzeremo ulteriormente nella difesa dell'ambiente marino", ha detto Marc Yaggi, directeur esecutivo Waterkeeper Alliance.

Il nuovo progetto si chiama The Beacons Project e prevede la produzione tessile ecoresponsable realizzata a partire da rifiuti di plastica.

Gant lancia una linea che salva gli Oceani

Per la primvera estate 2018 sarà presentata una linea di camicie fabbricata a partire da materie plasiche.

La linea, realizzata anche con la tecnologia Tech prep del brand che assorbe l'umidità della pelle e la dirige verso l'esterno, ha i bottoni e il packaging realizzati in materiale riciclato.

Attraverso questo progetti, Gant collabora con Seaqual, azienda spagnola che produce fibre con plastica riciclata.

Gant è stata fondata nel 1949 nel Connecticut. Il brand è oggi presente in 70 Paesi con 750 negozi ed è venduto in 4mila punti vendita.

Foto: Camicie uomo e donna "The Beacons Project" - Gant

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO