• Home
  • News
  • Moda
  • Gucci riduce del 21 per cento l'impatto ambientale

Gucci riduce del 21 per cento l'impatto ambientale

Scritto da Isabella Naef

10 giu 2020

Moda

Gucci ha lanciato ieri il nuovo profilo dedicato al progetto Equilibrium e ha rinnovato il relativo sito web per ribadire il costante impegno della maison nel promuovere cambiamenti positivi in favore delle persone e del pianeta.

Gucci lancia anche un profilo Instagram dedicato al progetto Equilibrium

Il portale di nuova generazione “Gucci Equilibrium”, originariamente lanciato nel 2018, intende stimolare una comunità di voci a partecipare a conversazioni su temi cruciali per il mondo in cui viviamo, spiega l'azienda del gruppo Kering in una nota.

Aprendo nuovi percorsi rispetto agli altri canali e contenuti digitali di Gucci, il profilo Instagram e il sito web Equilibrium di Gucci si rivolgono a una comunità di persone curiose, consapevoli e motivate. "Una comunità di individui impegnati e attivi, che condividono obiettivi e prendono posizione su questioni che definiscono il modo in cui tutti noi trattiamo il nostro pianeta e i suoi abitanti".

"L’azione di Gucci è guidata da tematiche che costituiscono le fondamenta del nostro futuro collettivo e che lo influenzano profondamente. È fondamentale costruire un futuro in cui l'ingiustizia e la discriminazione in tutte le loro forme non possano prevalere. Alla luce degli eventi attuali, il nostro impegno a combattere il razzismo e lottare per l'uguaglianza è ora ancora più forte", ha sottolineato Marco Bizzarri, presidente e ceo di Gucci.

"Come azienda, continueremo a concentrare i nostri sforzi nel generare un cambiamento positivo per le persone e per la natura in tutte le nostre attività. Abbiamo inoltre la responsabilità, come brand globale, di assumere un ruolo attivo all'interno della comunità per farci promotori di cambiamento. Gucci Equilibrium ha la capacità di richiamare e unire una comunità di voci diverse con il compito di aiutare a percorrere al meglio la strada che ci attende", ha aggiunto Bizzarri.

Ieri sono stati pubblicati anche i risultati del conto economico ambientale 2019 che rivelano una sostanziale riduzione (-21 per cento) degli impatti ambientali totali rispetto all’anno precedente.

I risultati del conto economico ambientale indicano una riduzione del 40 per cento degli impatti ambientali totali per le operazioni dirette di Gucci e lungo l’intera catena di fornitura e una riduzione del 50 per cento delle emissioni di gas serra (Ghg) entro il 2025 rispetto alla crescita (2015 è il valore base di riferimento).

Il marchio, prosegue la nota, è in anticipo sulla sua tabella di marcia e prossima al raggiungimento degli obiettivi previsti per 2025.

Tra gli obiettivi della maison il passaggio all’energia verde che ha portato il brand a raggiungere un utilizzo dell’83 per cento di energie rinnovabili nei suoi negozi, uffici, magazzini e stabilimenti, con la decisione di arrivare al 100 per cento entro la fine del 2020.

Foto: Gucci, by Mp5, dall'ufficio stampa