H&M: dopo 39 anni l'azienda non pubblicherà più cataloghi

H&M ha deciso, dopo 39 anni, di interrompere la pubblicazione dei cataloghi. Gli ultimi sono stati stampati la settimana del 29 aprile, ma d'ora in avanti l'azienda svedese non ne pubblicherà più.

H&M conta su altri canali maggiormente rilevanti per i consumatori di oggi

"In H&M ci dedichiamo alla sostenibilità e miglioriamo costantemente il nostro business per ridurre il nostro impatto sull'ambiente. Si tratta di un lavoro graduale e ora è arrivato il turno del catalogo che abbiamo deciso di interrompere con effetto immediato. Il catalogo H&M, che risale al segmento delle vendite per corrispondenza Rowells, acquisito da H&M nel 1980, è attualmente pubblicato in 6 dei nostri 72 mercati. Poiché i modelli di acquisto cambiano e i clienti oggi scelgono oggi di fare acquisti online, abbiamo deciso di dire addio al nostro catalogo", si legge in una nota.

Con oltre 4.400 negozi dell'insegna in 72 mercati in tutto il mondo e shopping online in 48 mercati, l'azienda conta su altri canali maggiormente rilevanti per i consumatori di oggi.

Ai primi di aprile la società svedese ha sottolineato, nel suo Rapporto annuale sulla sostenibilità, di aver realizzato "forti progressi" verso il suo obiettivo di utilizzare solo materiali sostenibili, in quanto, oggi, il 57 per cento di tutti i materiali utilizzati da H&M Group sono stati creati utilizzando fibre riciclate o altre fibre di provenienza sostenibile.

"Fin dall'inizio il nostro ruolo è stato quello di democratizzare la moda. Oggi, questo significa renderla sostenibile: si tratta dell'unico modo per continuare a rendere moda e design disponibili oggi, domani e per le generazioni future", ha sottolineato, in una nota. Anna Gedda, responsabile della sostenibilità del colosso svedese.

Numeri alla mano, il rapporto evidenzia che il gruppo di moda sta progredendo verso il suo obiettivo, ossia quello di divenire un marchio circolare e rinnovabile. Come detto, nel 2018 il 57 per cento di tutti i materiali utilizzati è stato riciclato oppure ottenuto da altre fibre di provenienza sostenibile, con un aumento del 35 per cento rispetto al 2017.

Foto: H&M website

 

Notizie correlate

ALTRE STORIE

 

ULTIMI LAVORI

 

PIÙ LETTO