• Home
  • News
  • Moda
  • Hermès apre un nuovo laboratorio di pelletteria e crea 260 posti di lavoro

Hermès apre un nuovo laboratorio di pelletteria e crea 260 posti di lavoro

Moda

Foto: Per gentile concessione di Hermès
Scritto da FashionUnited

14 giu 2021

Circa 25 anni dopo l'acquisizione del primo hub Hermès a Seine-et-Marne, il marchio di lusso apre un nuovo laboratorio di pelletteria, il diciottesimo, accanto alla conceria di Montereau. "Questa apertura permette alla società di riaffermare le sue radici regionali in Francia", ha sottolineato l'azienda in un comunicato. Il progetto mira anche a creare 260 posti di lavoro a lungo termine.

Per realizzare il progetto e favorire il reclutamento della manodopoera, Hermès ha unito le forze con i partner locali: il Pôle emploi, il servizio di formazione per adulti Greta e il liceo Flora Tristan di Montereau.

Fondata nel 1837, Hermès ha aperto nove laboratori di pelletteria dal 2010, portando il numero di sellai impiegati dal gruppo a più di 4.000.

Nel settembre 2021, Hermès ha annunciato che aprirà un nuovo laboratorio di pelletteria in Guyenne (Gironda) e che sono previsti tre nuovi laboratori, a Louviers (Eure), Tournes (Ardenne) e Riom (Puy de Dôme).

Nel comunicato stampa, la griffe ribadisce il suo impegno a mantenere la maggior parte della sua produzione in Francia, e rivendica 51 laboratori e siti di produzione nel paese. L'azienda conta 306 negozi in 45 paesi. Il gruppo impiega più di 16.600 persone nel mondo, di cui quasi 10.400 in Francia, e più di 5.600 artigiani.

Hermès ha archiviato il primo trimestre con una flessione del giro d'affari del 6,5 per cento, a quota 1,506 miliardi di euro.

Il gruppo del lusso francese, inoltre, prevede un forte impatto sulle vendite del secondo trimestre a causa dell'epidemia di coronavirus. L'azienda però è confortata dalle tendenze favorevoli emerse in Cina dove i negozi hanno riaperto.

Articolo scritto da Julia Garel per fashionunited.fr , tradotto da Isabella Naef per fashionunited.it