• Home
  • News
  • Moda
  • Hugo Boss lancia una piattaforma per i capi "pre-loved"

Hugo Boss lancia una piattaforma per i capi "pre-loved"

Scritto da FashionUnited

25 apr 2022

Moda

Courtesy of Hugo Boss
Si allunga la lista delle griffe della moda che hanno deciso di entrare nel segmento del second hand. Dopo Ganni, il marchio danese di abbigliamento femminile che ha appena lanciato una piattaforma che consente ai clienti di acquistare e vendere prodotti di moda di seconda mano, anche Hugo Boss ha annunciato che, attraverso il lancio di una piattaforma di vendita di articoli di seconda mano, nel terzo trimestre del 2022, intende invitare i clienti ad acquistare capi usati come se fossero nuovi. "Hugo Boss Pre-Loved offrirà un assortimento curato di abbigliamento che è stato scambiato da clienti. L'iniziativa sostiene gli sforzi di sostenibilità ad ampio raggio di Hugo Boss come parte della sua strategia Claim 5", si legge in una nota dell'azienda di Metzingen.

Un programma online consentirà ai clienti di restituire i capi usati alla griffe in cambio di credito da spendere su capi nuovi o pre-loved

Un programma online consentirà ai clienti di restituire i capi usati alla griffe in cambio di credito che potrà essere speso online, su capi nuovi o usati, oppure in negozio. Una volta sottoposti a controlli di qualità, i prodotti usati entreranno a far parte di un assortimento di seconda mano in vendita sulla piattaforma e pronti per iniziare una seconda vita in un nuovo guardaroba. Il servizio sarà inizialmente caratterizzato dall'abbigliamento, mentre gli accessori saranno aggiunti in futuro.

Il servizio di rivendita sarà gestito da Faume e sarà accessibile attraverso il negozio online della griffe. Hugo Boss Pre-Loved sarà lanciato in Francia, e poi in Germania, Regno Unito e Stati Uniti nel 2025.

"A livello globale, la rivendita è un mercato in rapida crescita che riduce l'impatto ambientale dell'industria della moda e rappresenta già un volume di mercato di 30-40 miliardi di dollari nel mondo. L'acquisto dell'usato fa risparmiare in media il 44 per cento di emissioni di Co2 rispetto all'acquisto del nuovo, mentre la natura circolare del business della rivendita aiuta a ridurre i rifiuti di abbigliamento", ha specificato il management nella nota.

Per allungare la vita dei capi sarà attivato anche un servizio di riparazione

Per estendere ulteriormente il ciclo di vita dei suoi prodotti, l'azienda lancerà un servizio di cura e riparazione in alcuni negozi tedeschi nel corso di quest'anno, a cui seguiranno altri mercati chiave. Il servizio coprirà la riparazione di abiti, jeans, scarpe, prodotti in jersey e articoli in pelle, contribuendo a garantire che questi articoli possano essere goduti dai consumatori ancora più a lungo.

"L'alta qualità dei nostri prodotti permette loro di avere diverse vite, e il nostro ingresso nel crescente mercato della rivendita è un passo naturale per noi come azienda", ha sottolineato Heiko Schäfer, chief operating officer di Hugo Boss. "Hugo Boss Pre-Loved sosterrà il nostro passaggio verso un modello di business circolare, mentre il nostro servizio di riparazione permetterà ai clienti di indossare i loro pezzi preferiti ancora più a lungo e ridurre il consumo di risorse scarse."

Le nuove iniziative avvicinano il marchio ai suoi obiettivi di sostenibilità. Tra i prossimi passi anche la strategia che prevede che otto prodotti su dieci siano circolari entro il 2030. All'interno dei team di design dell'azienda si sono già svolti corsi di formazione sul design circolare, al fine di inserire questo tema nello sviluppo del prodotto.

La Hugo Boss circular product policy, che include linee guida dettagliate per il design circolare e i criteri rigorosi per i prodotti sarà pubblicata entro la fine di aprile 2022, ha annunciato la società aggiungendo che un prodotto circolare deve soddisfare tre requisiti: essere realizzato con materiali rinnovabili o riciclati, completamente riciclabile e progettato per durare a lungo.

HUGO BOSS
pre loved
Second Hand
Sostenibilita
usato