Il sud ancora protagonista a White Milano

Torna protagonista il progetto It’s time to south, il format che il salone Wiite Milano, in scena a Milano dal 23 al 26 febbraio, ha ideato in partnership con Ice Agenzia, per valorizzare la creatività made in Sud, d’Italia. Isole comprese.

Otto regioni per 15 talenti partecipano con i loro esprit ideativi alla kermesse fondata da Massimiliano Bizzi.

Dalla Sicilia arrivano Cettina Bucca, l’eleganza rétro, attualizzata, di Sikuly Art & Tradition e la poetica pittorica di Yesicily.

La Sardegna risponde con le reinterpretazioni di Barbara Pala; con il collettivo creativo di Pretziada e con la linearità di Quattromani. La Puglia fa sentire la sua voce con la fusione tra arte e moda di Archivio e con Rossorame, Il mondo di Sofia, che mostra i cartoon di Sofia Graiani su felpe e t-shirt.

Dal Molise arriva Gaetano Pollice con le sue bag sospese tra presente e futuro e il denim di Decata. Non manca un excursus nei bijoux, con le creazioni materiche di Carlotta Scarabeo, designer proveniente dalla Campania, che reinterpreta le cime nautiche. Leda di Marti sfoggia una consapevolezza tutta calabrese nel suo ready to wear, mentre dalla Basilicata approdano nel Tortona fashion district le sculture gioiello di Manuela Telesca e le montature di Occhialeria Artigiana.

L’Abruzzo brilla nei monili di ValeJewelab, con gli inusuali accostamenti di materiali poveri e preziosi.

Foto: White Milano web site